Thegiornalisti @ Alcatraz, 17/11/2016

tommaso-paradiso-live-milano

Era da veramente tanto tempo che non andavo ad un concerto , e tornare in quello che reputo essere il mio ambiente naturale mi ha fatto davvero piacere.

Giovedì sera sono andato all’Alcatraz, a sentire i Thegiornalisti presentare il loro ultimo disco Completamente Sold Out (per chi se la forse persa, qua c’è la nostra recensione). Le aspettative sono già alle stelle, tanto che la data milanese del tour di Sold Out è andata sold out in fretta ed in furia. Sarò sincero: non ho ancora ascoltato il disco, a parte i tre singoli che lo hanno anticipato, ma forse è stato meglio. Sentire un disco live prima della registrazione, a mio avviso, fa tutto un altro effetto. Si viene coinvolti maggiormente dalla musica e dall’atmosfera. Metto subito le mani avanti: non dirò se mi piacciono o meno i Thegiornalisti, semplicemente racconterò un concerto a cui sono stato.

E, cari amici miei, è stato proprio un bel live.

Un Alcatraz gremito fin sopra il tetto ha fatto da cornice ad un live super coinvolgente, fatto di pezzi cantati a squarciagola da un pubblico in estasi e divertitissimo. L’impatto live dei Thegiornalisti è quello di una band esperta e matura, che vi piaccia o meno. Suono unito, potente e preciso, melodie che “che-ve-lo-dico-affà”, presenza sul palco, sotto al palco, in mezzo alla gente, in fondo alla sala davvero efficace e coinvolgente. Mi sono divertito, tanto. Dal guardare il palco a guardare le facce delle persone che mi circondavano. Tutti sorridevano e tutti stavano bene, occhi fissi sul palco e labbra all’unisono con i testi dei brani suonati. Da romano, presenza fissa e spettatore dei live acustici casalinghi di Tommaso Paradiso e Marco Rissa al Pierrot Le Fou, salotto-feto dell’indie capitolino, ho vissuto il concerto con un pizzico di malinconia ma tanta soddisfazione. E’ stato un bellissimo concerto, uno di quelli che ti mettono la voglia di ricominciare a suonare.

Giovedì sera sono andato ad un concerto non di una band indie, ma di una band che può essere considerata in tutto e per tutto, volente o nolente, punta di diamante di un’Italia che, purtroppo, ha sempre meno da offrire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *