Esce il 16 giugno t.i.n.a., disco d’esordio dei Moblon

18556384_10155367150344540_609192576760329870_n

Aspettando il 16 giugno per scoprire Tutti gli alieni dei Moblon


Moblon è un nome che proviene da un film, dove moblon è oggetto che non ha uno specifico utilizzo ma che è molto in voga e che alla fine viene utilizzato, invece, come oggetto da lanciare, per difendersi o per attaccare, trovandosi ad esistere senza sapere “donde” viene e “dove va”, si ritrova come un essere-gettato-nel-mondo.

Ma oggi parliamo di Moblon come progetto di Giulia Laurenzi (voce, chitarra e pianoforte), Stefano Veloci (basso e cori) e Flavio Gamboni (batteria e cori) in uscita con t.i.n.a. – acronimo di “Tutti I Nostri Alieni” – il 16 giugno anticipato dal doppio singolo + video “Sole/La Steppa”.

“


t.i.n.a. è un disco Romantico. Un tuffo nella fede: l’adesione ad una verità nel buio. 
L’album nasce dalla negazione della ragione e dalla necessità di esotismo, coralità, tradizione, in un certo senso anche spiritualità, ricordando sempre di essere in fieri nel tempo. 
Il tema centrale del disco è proveniente da queste esigenze non corrisposte dalla nostra società, dunque è il sintomo di perdita della memoria collettiva, la rimozione dell’identità e l’alienazione.
”

Una scrittura nata in modo spontaneo ed successivamente raffinata. Ne emerge una costante nota malinconica ma comunque sorretta dalla motivazione al recupero: ritrovarsi.

Suoni rock (post, psych, experimental, art, acid rock), arrangiamenti vocali e sbilanciamenti acustici più beat, strutture e arrangiamenti strumentali dosati in parallelo con le parole, episodiche sfumature free, ed in ultimo, progressioni armoniche e suggerimenti melodici in qualche caso derivati, esplicitamente o meno, dalla tradizione melodica dell’opera romantica italiana (Verdi e Bellini).

Tutto è caratterizzato anche da un lirismo, tra la sgrammaticatura e la letterarietà, sotteso di malinconia, ironia e sentimento, che lascia spazio anche a spiragli di spontanea leggerezza in frammenti di episodi più biografici.

Ricordandovi il loro Release Party a Le Mura, ecco l’anticipazione della tracklist

1 – NIENTE

2 – FUORI DEL GIORNO

3 – DIETRO IL BOSCO

4 – SUL MURO

5 – LA STEPPA

6 – ERA SPAZIALE

7 – NON TOCCARE

8 – SOLE

9 – ARRIVO

10 – GIRO A LARGO

11 – TUTTI I NOSTRI ALIENI

12 – SEDIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *