Air, Le Voyage Dans La Lune: l’ennesimo flop del duo francese

Air Le Voyage Dans La Lune

La musica indipendente è un’amante esigente. In effetti ogni tanto ho proprio bisogno di sedermi ed ascoltare un disco, diciamo, di quelli “professionali”! Insomma di qualcuno già affermato e possibilmente meno facile da criticare.
Beh, gli Air mi avevano fatto questo immenso favore di far uscire il loro disco nuovo dopo due anni da Love 2. E speravo, prima di ascoltarlo insomma, che fosse anche il primo disco, sempre dopo anni ed anni, accettabile dopo Moon Safari.
Niente. Aspettative deluse.
Le Voyage Dans La Lune nasce come colonna sonora di un antico film fantascientifico di Georges Melies, per l’appunto, omonimo, recentemente restaurato. Ormai è un’abitudine per gli Air questa delle colonne sonore, e non solo per loro, basti guardare a Tron degli amici Daft Punk.
Il duo francese da anni cerca di bissare la genialità dell’album d’esordio Moon Safari e, poverini, in effetti la critica tende a paragonare qualsiasi cosa facciano con quel momento irripetibile della loro carriera. Questa volta però il paragone lo hanno fatto loro stessi, dicendo “è incredibile ma quindici anni dopo ci ritroviamo ancora sulla luna”.
Il nuovo disco degli Air porta alcune delle caratteristiche fondamentali della loro musica, come l’uso dei sintetizzatori analogici, una musica quasi completamente strumentale e poche oniriche melodie. C’è anche molto di nuovo, o meglio, dei “nuovi” Air: tanto rumore per nulla.
Dagli undici brani di questo disco ci rimane una mezz’oretta di musica, tanto rapida quanto anonima ed innocua. L’unico brano memorabile, Moon Fever, è uno sfacciatissimo plagio della hit di Fatboy Slim Right Here, Right Now. Sembra davvero una cover in “stile Air” di quel pezzo.
Beh, niente di più in questo album, se non dei pezzettini interessanti in qualche canzone (Who Am I Now, Seven Stars), ma veramente niente di che.
Nicolas Godin e Jean-Benoit Dunckel stavolta non hanno scuse. Sono lontani i tempi d’oro, molto lontani, e la scusa di aver fatto una “colonna sonora” non basta come alibi di un gruppo che ormai da troppo tempo non fa niente di nuovo.
F.B.

Autore: Air
Titolo: Le Voyage Dans La Lune
Etichetta: Astralwerks

TRACKLIST
1 – Astronomic Club
2 – Seven Stars
3 – Retour Sur Terre
4 – Parade
5- Moon Fever
6 – Sonic Armada
7 – Who Am I Now
8 – Decollage
9 – Cosmic Trip
10 – Homme Lune
11 – Lava

AIR
Sito Ufficiale
Facebook
Twitter
Youtube
MySpace
LastFM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *