Aspettando Roma Plays Joy Division |Indie Boys Are For Hot Girls

13177747_1342793705737761_7739125033804316835_n

Martedì 31 Maggio a Le Mura Vedo la gente Joy Division festeggia il secondo compleanno e per farlo come si deve ha chiamato a suonare alcune delle realtà più interessanti delle Capitale: tutte in fissa con Ian Curtis e soci. Gli abbiamo fatto qualche domanda, giusto per ingannare l’attesa. Chiudiamo con gli Indie Boys Are For Hot Girls.

Da musicisti, quale pregio, quale caratteristica ammirate di più dei Joy Division?

Sicuramente la capacità di scrittura di Ian Curtis e le atmosfere che riusciva a creare Peter Hook con le linee di basso.

Avete un bel ricordo, un momento della vostra vita, che ha avuto i Joy Division come colonna sonora?

E’ difficile accostare i Joy Division ad un momento bello, ma dico la stesura di Into Unconsciousness. In quel periodo ascoltavo molto i Joy Division.

A livello musicale le mode vanno e vengono con estrema facilità: secondo voi, come mai il mito dei Joy Division è ancora così vivo, come questo evento dimostra?

Perché la loro era musica fatta per provare a trasmettere un’emozione, mentre oggi il post punk e la new wave non esistono più e se esistono non sono così cool da meritare un ascolto. Ecco perché la gente scrive canzoni per prendere i mi piace su Facebook.

Piccole anticipazione sulla scaletta?

Abbiamo scelto tutti pezzi ai quali siamo molto affezionati, oltre ad essere tra i più famosi del repertorio dei Joy Division.

Parliamo anche di stile: quale maglietta di Vedo la gente Joy Division preferite?

Quella dei Tenenbaum!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *