BetterCallBelli #8: Un nuovo Scisma

Scisma_mr newman

Si è vero: qualche giorno, alla fine del primo Better Call Belli della nuova stagione, in fondo al pezzo su Lana del Rey e Chelsea Wolfe avevo messo un video spoiler abbastanza chiaro: il singolo dell’ultimo album dei New Order. Capisco quindi la vostra sorpresa nel trovarvi davanti un pezzo sugli Scisma: che dire, la realtà musicale che ci circonda riserva di rado sorprese così gradite che il nostro compito può essere solo quello di segnalarle il prima possibile.

Avendo avuto modo di conoscere Mr. Newman in anteprima, ho trovato doveroso presentarvelo. Chi ha vissuto – totalmente o parzialmente – gli anni ’90 non può che accogliere con entusiasmo il ritorno di una band capace con un paio di dischi seminali e magnifici di lasciare una profonda traccia nella storia della musica alternativa italiana.

Dall’esordio teatrale con Pezzettini di Carta, passando per la pietra miliare Rosemary Plexiglas (prodotto da Manuel Agnelli), fino all’ultimo e bellissimo Armstrong datato 1999, gli Scisma hanno creato attorno a loro un plauso unanime e soprattutto un seguito di fan adoranti: leggevo in questi giorni i commenti sui social alla notizia del loro ritorno discografico e annessa reunion e tutti avevano il tono e la cadenza di chi ritrova un amico dopo parecchio tempo.

Certo, va detto che la carriera solista di Paolo Benvegnù (chitarrista e cantante degli Scisma) ci ha consolato non poco vista la qualità dei suoi lavori solista, ma iniziano a parlare di questo loro nuovo EP battezzato Mr. Newman (Woodworm Label / distribuzione Audioglobe) .

Alla line-up ritroviamo la base originale del gruppo, ovvero Paolo Benvegnù, Michela Manfroi, Sara Mazo, Giorgia Poli, Marco Tagliola più i nuovi innesti del batterista Beppe Mondini e del chitarrista Diego De Marco, aggiungendo al tutto la rinnovata collaborazione in studio e live di Giovanni Ferrario.

Inaugurato dalla traccia omonima, Mr. Newman colpisce subito l’ascoltatore per la freschezza e la purezza dell’arrangiamento. Il lavoro ha una produzione di magnifico impatto. È come se in queste sei tracce gli Scisma cercassero di compiere una sintesi musicale di tutte le loro anime: quella rock, quella melodica, quella cantautoriale, quella recitativa e fortunatamente il risultato è trionfante. Ogni traccia è coinvolgente e strumentalmente sovrabbondante, talmente bella da farci ricordare con un po’ di amarezza che la musica indipendente italiana non è seconda a nessuno.

Paolo Benvegnù lo troviamo subito in grande spolvero:

«Mr. Newman,
Se la sue analisi sono perfette
Denaro e Psiche sono due linee rette»

E tale stato di grazia non riguarda solo lui ma tutti gli altri “colleghi”, basta sentire la dolcezza di “Neve e Resina” o l’irresistibile “Darling Darling” dove Benvegnù e Sara Mazo sfoggiano il loro ritrovato affiatamento. L’inscalfibile linea melodica continua con l’altrettanto bella “Musica Elementare” e si fa leggermente più sporca in “Metafisici”, mentre il finale di “Stelle Stelle Stelle”, con la rauca e affascinante voce di Benvegnù a far da apripista, porta l’ascoltatore alla conclusione di un viaggio musicale importante.

Tra quelli che stanno ascoltando Mr. Newman per rivivere con nostalgia un lontano passato e quelli che lo ascoltano come un viva speranza per il futuro, io ovviamente sto con i secondi e mi auguro, anche per il bene della scena italiana, che questo EP sia solo l’inizio di un nuovo capitolo targato Scisma.

Nell’attesa, me li vado a vedere sabato 24 ottobre al MONK, come se tutti quegli anni di silenzio e lontananza non ci fossero mai stati.

Di Alessio Belli

.

titolo: Mr. Newmanscisma_mr. newman_copertina
anno: 2015
etichetta: Woodworm

TRACKLIST:

1. Mr. Newman
2. Neve e resina
3. Darling Darling
4. Musica elementare
5. Metafisici
6. Stelle, stelle, stelle

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *