Un anno di Bomba Dischi! La nostra intervista

bomba-dischi

logo_bombaIl 24 aprile scorso, per fortuna di tutti, Bomba Dischi ha fatto un mega festone volto a ricordarci che ha compiuto il suo primo anno da etichetta indipendente.
Alla serata ha partecipato l’intero roster di Bomba (Sadside Project, Bamboo, Piano for Airport, YouAreHere, Adriano Viterbini, Boxerin Club) ed una gran promessa del panorama romano (Departure Ave.).

La Notte della Bomba, come prevedibile, è stata una bomba, e così abbiamo colto al balzo l’occasione per fare qualche domanda alle capocce che si trovano dietro ad un progetto che noi sosterremo quanto possibile.

CheapSound Bilancio generale a un anno dal primo disco di Bomba Dischi.
Bomba Dischi Dobbiamo dire che questo primo anno è stato sia molto soddisfacente che molto intenso. Dalla felice intuizione dei Boxerin Club fino all’ultimo ep degli Youarehere pensiamo rifaremmo tutto, errori compresi. È la prima volta che tutti noi ci cimentiamo con questa materia, quindi siamo imparando in fieri a gestirla e “domarla”. Ci fa molto piacere soprattutto che la gente si sia subito affezionata a questo progetto, riconoscendogli la genuinità che cerchiamo ogni giorno di dargli e partecipando in maniera massiccia a La Notte Della Bomba, la festa per il nostro primo compleanno.

CS Qual è la filosofia che c’è sotto Bomba Dischi? Le linee guida che portano a scegliere determinate band, come viene pensata la promozione, i collaboratori?
BD Bomba Dischi vuole diventare la più grande etichetta d’Italia. Il processo decisionale dietro ogni azione che dobbiamo fare è semplice e sempre uguale: uno propone cercando in tutti i modi di convincere gli altri fino a prenderli per sfinimento.
Bomba Dischi è espressione naturale di un ibrido frutto del costante confronto di sei persone fondamentalmente diverse l’una dall’altra. Uno dei vantaggi di questo mostro a più teste è che possiamo coprire un discreto arco di specificità professionali, riuscendo così ad internalizzare ogni servizio di cui ha di solito bisogno un’etichetta discografica e contraendo al massimo i costi.

CS In cosa è diversa Bomba dalle altre piccole discografiche nazionali?
BD Beh, siamo i più fichi, e poi “piccola discografica” vallo a dire a qualcun’altro!

CS Cosa pensa Bomba della discografia nazionale indipendente?
BD È un universo talmente vasto e sfaccettato che è difficile esprimere davvero un giudizio.
Quello che però ci preme dire è che alla prossima edizione di Tutto Molto Bello, il torneo di calcetto delle etichette indipendenti, ci porteremo il trofeo a casa.

Che boNba!

Yeah,
M.C.

BOMBA DISCHI
Sito ufficiale
Facebook
Twitter
Soundcloud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *