Brian Eno | Arriva in Italia con 77 million paintings for Palazzo Te e The Ship

L’eclettico artista inglese Brian Eno realizza una duplice installazione per Mantova in occasione della nomina a Capitale della Cultura 2016

Permettendo a noi stessi di lasciar andare il mondo di cui dobbiamo far parte ogni giorno e di arrenderci a un altro tipo di mondo, accediamo a un luogo ricco di processi immaginativi”.

Brian Eno

Doppio ed imperdibile appuntamento firmato Brian Eno a Palazzo Te a Mantova, in occasione della nomina della città virgiliana a Capitale Italiana della Cultura 2016. La firma è già una garanzia. Brian Eno, musicista, compositore, produttore, cantante e visual artist inglese, noto come uno dei principali innovatori dell’ambient music si è così cimentato nella realizzazione di questa doppia e spettacolare esposizione per dimostrare, ancora una volta, la sua grande versatilità artistica, l’essere sempre capace di sorprendere e lasciare affascinati. Carriera brillante, quella di un artista a 360 gradi che negli anni non si è mai risparmiato in campo di sperimentazioni artistiche di varia natura.

Come visual artist, Eno espone con regolarità sin dalla fine degli anni ’70: da Tokyo a Cape Town, da Rio de Janeiro a New York, da Londra a Madrid, il suo lavoro è incentrato quasi esclusivamente sulle possibilità offerte dal medium luminoso. Per non parlare delle esperienze come performer, in cui ha prodotto e collaborato agli album di artisti quali Talking Heads, David Bowie, U2, Laurie Anderson, Coldplay, Paul Simon e Grace Jones.

2b

Per quest’occasione, a Mantova, pensa ancora qualcosa di diverso, studiato appositamente per la storica location d’eccezione. Il primo progetto – 77 Million Paintings for Palazzo Te – allestito nel Giardino dell’Esedra del Palazzo e fruibile fino al 2 luglio è un’installazione visiva, un’opera spettacolare che, attraverso la proiezione di una combinazione di immagini in continua evoluzione, crea una “pittura di luce” sulla facciata rinascimentale del Museo. Concepito come “musica visuale” grazie all’uso di un software generativo di immagini, 77 Million Paintings nasce dalla costante ricerca di Eno sulla luce come mezzo artistico nonchè dal suo desiderio di esplorare le nuove possibilità estetiche offerte dalla tecnologia.

In parallelo l’installazione sonora The Ship allestita negli spazi delle fruttiere di Palazzo Te e visitabile fino al 17 luglio. Il progetto elaborato a partire dall’ultimo album – The Ship appunto – pubblicato due mesi fa, è una sonorizzazione estesa che esplora il rapporto tra composizione musicale e ambiente, sfruttando per l’allestimento il posizionamento specifico di luci e sorgenti audio collocate separatamente.

Complice di queste installazioni la location ospitante: Palazzo Te, edificio monumentale realizzato dall’Architetto Giulio Romano tra il 1524 e il 1534 su commissione di Federico II Gonzaga. Il palazzo, luogo di svago e riposo, venne costruito su una zona paludosa e lacustre, che i Gonzaga fecero bonificare lasciando ai posteri una delle più belle opere di architettura rinascimentale conosciute, oggi sede del Museo Civico.

3

L’autore racconta: “Ho avuto l’idea di fare una canzone in 3 dimensioni – una canzone in cui vi fosse la possibilità di camminare dentro, una canzone che potesse trasformarsi in una sorta di scultura”.

L’obiettivo di Eno è la fruizione delle esperienze musicali, che senza l’utilizzo di questi altoparlanti sarebbero considerati “normalmente oggetti neutri”.

Ogni altoparlante riporta un tipo di voce e in questa installazione il suo obiettivo è quello di mettere insieme una vasta gamma di altoparlanti: più grandi, più piccoli, buoni o cattivi, ma anche quelli rotti, cucendo le diverse parti della musica a seconda delle loro particolari caratteristiche.

Sto cercando di utilizzare il carattere particolare di ogni altoparlante come si potrebbero usare voci differenti in un’opera lirica”.

5

Inutile quindi ripetere la grandiosità di un artista qual è Brian Eno, forse l’unico capace di connettere in maniera magistrale musica ed arte e che, anche in quest’occasione, ha giocato le sue carte migliori per incuriosirci!

Che altro aggiungere? Solo il consiglio di non mancare quest’imperdibile appuntamento!

6

77 Million Paintings for Palazzo Te

25 giugno – 2 luglio 2016

ORARI

21.30 – 24.00

The Ship

La sonorizzazione è ad accesso contingentato fino a esaurimento posti.

ORARI

Dal 26 giugno al 2 luglio:

9.00 – 24.00 (27 luglio 13.00 – 24.00)

Dal 3 al 17 luglio:

lunedì 13.00 – 19.30; martedì – domenica 9.00 – 19.30

BIGLIETTERIA

INTERO € 12,00

RIDOTTO € 8,00

RIDOTTO SPECIALE € 4,00

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

http://www.centropalazzote.it/

http://www.vivaticket.it

Foto: “La Lettura” del Corriere della Sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *