Baracca e Burattini: la prima “cassetta” di Bucho!

Mentre il panorama musicale romano si arricchisce di indie rock, metal, post grunge, e tentare la strada della musica sta diventando possibile solo scimmiottando idoli già affermati, in quel di San Lorenzo, da solo, Lucio Leoni, in arte Bucho, prova a fare la sua rivoluzione. Un locale in gestione, La Riunione Di Condominio, di cui è anche il fonico, un’etichetta assolutamente indipendente, Lapidarie Incisioni, e un disco di musica cantautoriale-popolare, assolutamente romano, disponibile solo in musicassetta, Baracca e Burattini.
Che vi piaccia o no la sua musica, con queste prime righe, un personaggio così, dovrebbe già aver catturato la vostra attenzione. Partendo dal nome d’arte, dal nome del locale e anche da quello della label, già è possibile immaginare i tipo di toni, di ironia e di contenuti che sono dentro il disco, anzi, la cassetta di Bucho.
Dunque iniziamo: perché la cassetta? La scelta, è sicuramente divertente, in linea con il gusto per il vintage della Riunione di Condominio, in linea anche con il genere musicale scelto. Purtroppo però, un’idea divertente, potrebbe in realtà rovinare quello che è l’ottimo lavoro di Bucho: la qualità audio, infatti, su cassetta, è pessima. Lo si nota ora che siamo “viziati” da computer, mp3 e centinaia di apparecchi stereo che ci portano dentro alle canzoni. La cassetta non basta, soprattutto in questo genere musicale, in cui il testo è decisamente più importante della musica. L’album si può anche scaricare da iTunes in mp3 e per il primo ascolto, è quello che consiglio.
Prodotto da Lapidarie Incisioni, quindi in un certo senso autoprodotto, Baracca e Burattini è per una buona metà uno degli album più divertenti del cantautorato romano degli ultimi anni: Il caffè americano, Da Biffi, Coccola per meI Gatti Di Largo Argentina e Il Corrimano, sono delle chicche. Bucho sembra aver preso molto da Daniele Silvestri, solo con meno ideologia (eccetto per Lillo) e facendo riferimento alla tradizione musicale romana, più che a quella sudamericana a cui invece tende Silvestri. Sarei anche curioso di andare ad suo concerto che secondo me deve assomigliare parecchio all’idea di “teatro canzone” di Gaber, supposizione parzialmente confermata dall’esilarante Il Corrimano che è registrata live alla Riunione di Condominio.
I testi sono leggeri, rapidi, sarcastici e veramente, ma veramente, molto divertenti. Non c’è la tipica tendenza alla pesantezza dei cantautori italiani, non c’è l’ironia comunque volta a qualcosa di più serio e quindi irrimediabilmente seriosa. C’è solo tanto nonsense e cultura popolare.
Promettentissimo, dunque, l’album d’esordio di Bucho, praticamente autoprodotto, anche se dopo l’ottava canzone perde un po’ (Ninna Roma, Lillo, Nimesulide non sono a livello della prima parte dell’album). Consiglio vivamente di vederlo dal vivo, anche se non l’ho mai visto, perché sono sicuro che lo show e le risate, soprattutto per chi in questa città ha sempre vissuto, sono assicurate!
F.B.

Autore: Bucho
TItolo: Baracca e Burattini
Etichetta: Lapidarie Incisioni

TRACKLIST
1 – Il caffè americano
2 – Da Biffi (feat. Yugo In Incognito)
3 – Tende da sole
4 – I gatti di Largo Argentina (feat. Anonima Armonisti)
5 – Fuoco sopito
6 – RomAntico (feat. Yugo In Incognito)
7 – Amami (Puro se nun te va) [feat. Jack Moulton] 8 – Il Corrimano (live@RdC)
9 – Ninna Roma
10 – Lillo
11 – Coccola per me
12 – E musica fù
13 –  Nimesulide

BUCHO
MySpace

LAPIDARIE INCISIONI 
Sito Ufficiale
Facebook
Twitter
Youtube

LA RIUNIONE DI CONDOMINIO
Facebook
MySpace
Twitter
Youtube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *