I Cani | Domani a Rock in Roma

i cani_rock in roma_sab

Sabato 18 giugno l’Aurora Tour de I Cani arriva finalmente a Roma sul prestigioso palco del PostePay Rock in Roma!

Dopo un mini-tour nei club che ha fatto registrare una serie impressionante di sold out (con quasi 15mila spettatori paganti), I Cani si preparano a tornare a calcare il palco con uno spettacolo rinnovato nella forma e nella scaletta e che porterà la band-non-band capitanata da Niccolò Contessa a partecipare ad alcuni dei più importanti festival italiani, tra cui Postepay Rock IN Roma!

L’ennesimo segnale di un’ascesa che sembra non volere finire mai (giusto per citare uno dei singoli estratti da Aurora e che ha spopolato nelle programmazioni dei più importanti network radiofonici italiani).

Aurora, il nuovo album uscito lo scorso 29 gennaio 2016, ha confermato Niccolò Contessa come uno degli autori più incisivi della sua generazione, uno dei pochi capaci di guardare al di là dei generi e delle mode e che ha abituato il proprio pubblico a non abituarsi mai.

Il cambiamento, l’evoluzione continua, è uno degli elementi fondanti della musica de I Cani.

Nel frattempo Niccolò Contessa si è anche fatto notare per la composizione della colonna sonora originale di La felicità è un sistema complesso, l’ultimo film del regista Gianni Zanasi (con Valerio Mastandrea) che gli è valsa una candidatura al David di Donatello 2016 e ai Nastri D’Argento per la migliore canzone originale (Torta di noi) e ha contribuito in veste di supervisore artistico alla creazione di Mainstream, il secondo album di Calcutta e vero e proprio caso discografico del 2016.

Nelle scorse settimane è inoltre uscito “Due anime”, il nuovo singolo di Max Pezzali, di cui Contessa ha curato produzione e arrangiamento accompagnando il popolare cantautore di Pavia verso sonorità nuove e diverse dal suo solito. Lo scrittore Paolo Giordano (La solitudine dei numeri primi) gli ha dedicato un intenso profilo – con intervista – su La lettura, il popolare inserto culturale del Corriere della Sera. E uno speciale analogo è uscito anche sull’edizione domenicale de la Repubblica a firma Luca Valtorta.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *