Canova + Asia Ghergo @Rocket (Linoleum) 24/03/2017

I Canova, supportati dalla giovane webstar Asia Ghergo, hanno letteralmente “infiammato” il Rocket di Milano.

«Se i Canova non fossero stati di Milano, non ci sarebbe tutta questa gente…»

Mai affermazione fu più falsa, eppure l’ho sentita dire, dalle parti del bar, poco prima dell’inizio del concerto. Infatti questi quattro ragazzi milanesi sono arrivati a suonare sul palco della loro città dopo un lungo tour che li ha visti in quasi tutto lo stivale, dove hanno registrato quasi sempre sold out. E non è assolutamente un caso…

Energia, coinvolgimento, ma soprattutto ottimi musicisti, e in questo periodo, non è cosa così scontata… Riprodurre suoni fedeli a quelli del disco, soprattutto se si è “solo” in quattro, anche con le basi registrate, non è mai facile, né tanto meno da sottovalutare.

Il disco viene eseguito per intero, si registrano picchi altissimi di gioia sui loro singoli, ma la gente canta a memoria anche le loro canzoni meno conosciute. A metà concerto viene eseguita anche “Chissà se stai dormendo” di Jovanotti, conosciutissima e soprattutto cantatissima da tutto il pubblico, segnale inconfondibile che ormai non c’è più distinzione né distanza tra musica “indipendente” e musica pop.

“Vita sociale” così come “Expo” vengono bissate a fine concerto, e il concerto termina tra la disillusione del pubblico, sarebbero rimasti altre tre ore ad ascoltare e urlare con i Canova.. Non vi è alcun dubbio, quello che fino a qualche tempo fa poteva essere considerato un “genere” di nicchia, per pochi, adesso è totalmente sdoganato, e ne è testimonianza la totale partecipazione e l’incredibile bolgia di gente che non solo era lì presente, ma si comportava anche come se fosse l’ultimo concerto della loro vita.

Da segnalare la presenza della classe ’99 Asia Ghergo, che da youtube si è ritrovata catapultata su un palco importante davanti ad una folla ancora più importante… Non deve essere stato facile, da una webcam ad un palco, eppure si è comportata benissimo; non è stata assolutamente tradita da alcuna emozione e ha suonato e cantato divinamente… Sono sempre cover è vero, ma andate a farle voi davanti a 500 persone!

Brava Asia, adesso non vogliamo che aspettare una TUA canzone.

Foto di Simona Giardullo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *