Chiara Dello Iacovo @Sparwasser 18/02/2017

Pistole giocattolo, sgabelli traballanti e la scapigliata energia di Chiara ad incendiare l’Arci Sparwasser.

Chiara Dello Iacovo ha origini piemontesi, sì. Ma Chiara Dello Iacovo nutre anche un amore incondizionato e viscerale per Roma e non poteva non tornare ad omaggiare quella che lei stessa definisce la sua seconda casa. E quale miglior modo per farlo se non quello di dar nuova veste sonora alle canzoni di Appena sveglia?

 Si parte con “Vento” e una Chiara in equilibrio tra due tastiere, che abbandona poi per avvicinarsi al suo pubblico in “Soldatino”, impreziosita dalla chitarra di Alberto Rubatti e dalla batteria di Fabio Brunetti. C’è spazio anche per parlare del divino, uno dei crucci della sua strana esistenza, e per un brano di Mimosa al quale la cantante non nasconde di essere particolarmente legata.

Ma è senz’altro “Scatola di sole” il pezzo maggiormente rivisitato: ne esce una versione gangsta davvero accattivante, con tanto di pistola giocattolo in bella vista sopra la tastiera e Chiara che improvvisa un saliscendi da uno sgabello non troppo stabile.

Dopo una breve ma intensa telecronaca della serata per i più sfortunati nelle retrovie e una singolare interpretazione di “Cornflake girl”, è il momento dell’encore: Chiara imbraccia il basso e, sulle note di “Introverso”, espugna lo Sparwasser.

Chiara Dello Iacovo si nutre di contrasti e forse è proprio questo il suo punto di forza. Dolce e cazzuta, spontanea nella sua teatralità, in lei convivono senza apparente conflittualità peter panismo e femminilità. Non credo ci sia altro da aggiungere. Anzi sì, ho realizzato solo a fine concerto di aver avuto accanto Niccolò Fabi!

E questa è la setlist:

Vento

Soldatino

La mia città

Introverso

Siamo dei

Fame d’aria

Donna

Scatola di sole

Genova (le persiane sono verdi)

1º Maggio

Cornflake girl

La rivolta dei numeri

Il signor buio

 

Introverso

Scatola di sole

Le cose in comune

Di Alex Brocchini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *