I Consigli Del Narciso #1| Una portata di ritmi sapidi è servita

Il buono del mese scorso, il buono a venire

 

Se vi siete persi la puntata zero, vale a dire i primi dischi nello stagno, sappiate che questa è una rubrica che porta sulle pagine di Cheap Sound quello che di buono c’è stato nel mese appena trascorso e punta un faro verso il buono a venire. C’è sempre una foto dei dischi che consiglio, o perlomeno di una buona parte di essi, e in coda un brano da ascoltare che anticipa qualcosa di gustoso che verrà (coming soon).

Il mese di aprile, che si è appena concluso, è stato ricco di uscite quindi non è stato facile scegliere quelle da proporvi in rubrica. E’ valsa la regola che utilizzo nella scelta dei dischi da acquistare, vale a dire porre l’attenzione su quei lavori che meritano un orecchio bene attento e che crescono con il passare degli ascolti.

13059444_10207961155300514_666483394_n

Teho Teardo & Blixa BargeldNerissimo uscito lo scorso 8 aprile vede tornare insieme due musicisti eccellenti che hanno in comune uno stato d’animo irrequieto e futurista (nell’accezione artistica e non politica, è chiaro). L’album è di quelli incisi per durare, ci sono gli esperimenti sulla voce di Blixa Bargeld ed il gusto musicale di Teho Teardo ma questo era prevedibile, quello che avvince è l’equilibrio mirabile che si raggiunge. Di ascolto in ascolto – e leggendo i testi che hanno un carattere meditativo ma sovente anche sottilmente ironico – si sviluppa un mondo di suggestioni dal quale non si vuole più uscire. Il registro è riconducibile a quello della forma canzone, seppur piena di stanze e di umori differenti, quindi il percorso è disseminato di intuizioni non convenzionali che lo rendono prezioso.

Xiu XiuPlays the Music of Twin Peaks è uno dei lavori più a fuoco della formazione californiana da anni a questa parte, pur essendo una reinterpretazione della colonna sonora, immortale, di Angelo Badalamenti composta per condurre l’ascoltatore dentro le visioni dell’altrettanto immortale serie tv “Twin Peaks” di David Lynch. Non è facile manipolare nastri così gloriosi eppure gli Xiu Xiu riescono a rendere l’ascolto ancora più destabilizzante, variando le parti originariamente più malinconiche che diventano orrifiche – clangori improvvisi e increspature ambientali sottotraccia – mentre le trame musicali che in origine erano già inquietanti vengono rese beffardamente seducenti attraverso iniezioni di jazz e soul. E’ un incubo, ma tremendamente sensuale, e funziona anche senza aver visto la serie (che comunque è il consiglio nel consiglio: recuperatela!).

Tim HeckerLove Streams è musica sacra in technicolor. So che vuol dire pochissimo ma rende bene l’idea, il produttore canadese, questa volta con lo zampino di un altro personaggio centrale nella musica contemporanea che risponde al nome di Ben Frost, riesce a rendere coerente un flusso sonoro dove convivono intuizioni che scaturiscono dalle macchine, dagli strumenti classici e dalla voce (sia sotto forma di cori veri e propri che di frammenti vocali distorti). Il risultato può essere immaginato come un eco proveniente da una chiesa costruita accanto ad una discoteca, fascinazione e ritmo per una resa a metà strada tra il minimalismo sonoro ed il suo opposto. Un “flusso d’amore” non convenzionale.

Rimane il tempo per consigliarvi qualcosa a venire nel mese di maggio e mi gioco la carta New OrderComplete Music. No, non è un refuso, lo scorso settembre è uscito Music Complete, il nono album in studio della storica formazione di Manchester (senza Peter Hook ma con il ritorno di Gillian Gilbert che mancava dai tempi di Get Ready del 2001) e tra pochi giorni uscirà la sua versione estesa, Complete Music per l’appunto, con pezzi più lunghi – più adatti al club – e copertina rivisitata. Abbiamo stentato a crederlo ma è un ritorno alla forma smagliante, un synth pop rivitalizzato ma pur sempre melanconico, con un Bernard Sumner in stato di grazia.

Ecco quindi a voi il coming soon dei New Order.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *