The Electric Diorama: Antimatter!

1236780_10152499090397841_640883359_nE va bene, lo ammetto: non sono mai stato un grande fan degli Electric Diorama, d’altra parte il loro successo nella tanto amata capitale è qualcosa di cui non si può non tenere conto. Così, quando è uscito il nuovo EP Antimatter, travolto dall’esaltazione dei fan, ho cominciato a pensare a un redattore a cui dare l’ostile compito di ascoltarlo e recensirlo. Dico ostile perché a parlare dei Diorama – nel bene e nel male – si rischia la lapidazione virtuale anche per una minima svista, ed io non volevo di certo farmi carico dell’odio o del rancore di migliaia haters col colpo in canna!
Metto su il disco, per capire chi della squadra Cheap Sound fosse più adatto e realizzo: questo lo faccio io, e basta!
Bene, dopo questo inutile preambolo, posso venire al sodo.
Antimatter è il successore di Rockin’ Rollin’ Super Sonic, album che aveva consacrato i Diorama anche ben lontano dalla capitale e che ha dato il via a quel miscuglio tra il loro indie rock e un sound più dance – con più di uno sguardo al pop – che è in continua evoluzione, e questo EP ne è la prova vivente.
L’accoppiata Di NardoCatitti è una bomba ad orologeria per la produzione, cosa che da a questo EP, ancora di più che ai dischi precedenti, una confezione sonora molto compatta, mentre Andrea Poggioli è il frontman per eccellenza: le doti canore contano poco per questo genere, di certo meno delle doti di presenza scenica – anche al di fuori del palco, quello che si chiama marketing – in cui il cantante/attore eccelle al punto da avere un ruolo cruciale nel successo della band.
Antimatter parte in quarta: tanta attesa, una copertina veramente – e aggiungerei finalmente – notabile in pieno “indie style” e un’accoppiata intro/outro (Matter e Antimatter) da antologia.
La tracklist vede sei pezzi disposti come una crescita: dall’intro epica, che ricorda alla lontana gli strumentali degli ultimi Muse, si arriva dritti al singolo, The Omega Project.
Proprio questo pezzo – prima di sentire il resto dell’EP – mi ha fatto rimanere scettico: potente e pop, The Omega Project è un pezzo molto singolabile, e suona molto Diorama, forse troppo. Le chitarre caciarone tradiscono un po’ le mie aspettative di una svolta sull’elettronica, cosí come la struttura, troppo omogenea e prevedibile. Non mi scoraggio però, d’altra parte pezzi cosí servono per la riuscita di un disco, e vado avanti.
Sempre belle caciarone e cantabili Oxygen e Demons, ma qui cominciano a prevalere i supersaw di Catitti sui chitarroni e la cosa si fa più interessante.
Si arriva così a quelli che secondo me sono i pezzi più belli dell’EP: Clarity e Antimatter, dove la produzione superba preannuncia finalmente nuove strade percorribili dalla band di Mr. Fantastic.
La scelta di non rilasciare un album è stata cruciale: i Diorama si stanno evolvendo, e ad ascoltare Antimatter dal primo all’ultimo pezzo ce ne rendiamo conto. La loro musica è sempre verace e diretta che vuole divertire, ma gli elementi sembrano pian piano convergere verso un sound diverso: la componente pop è forte (ed è fondamentale alla sopravvivenza di questo gruppo che fa un pop unico), con echi di pop rock anni ’90 che, sebbene molti di noi non ne sentissero la mancanza, mischiandosi a tendenze più “hipsteriche” di questi anni, con sintetizzatori e drum machine pronti a prendere il sopravvento, rischiano di creare qualcosa di molto più interessante. Le sei tracce di questo EP sono un climax ascendente tra i vecchi e i nuovi Diorama. La band sta cambiando e vuole traghettare il pubblico da un’epoca all’altra, senza perdere il consenso popolare, che è quello che li ha resi grandi.
Mentre l’evoluzione continua – la fine dell’EP ci lascia veramente col fiato sospeso per il futuro – gli Electric Diorama non stanno certo fermi: Tromborama a parte, porteranno Antimatter un po’ in giro. Niente tour a quaranta date però: sembra che con i progetti futuri ci vadano piano e se la vivano giorno per giorno.
In attesa di novità – su CheapSound non vi lasceremo a secco di Diorama per altri tre anni, promesso – godetevi questo EP! Ascoltatelo tre o quattro volte e diteci che ne pensate…

effebbí

Antimatter DioramaAutore: The Electric Diorama
Titolo: Antimatter
Etichetta: Nerdsound Records

TRACKLIST
1 – Matter
2 – The Omega Project
3 – Oxygen
4 – Demons
5 – Clarity
6 – Antimatter

No Comments

    • Questo è il dilemma di sempre: quantità o qualità? Meglio 12 pezzi medi o 5 belli? Meglio un disco all’anno normale o uno ogni dieci magistrale?

      Ci sono artisti che convalidano entrambe le teorie! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *