Elisa Rossi // Ketty Passa @Monk 02/02/2017

Contrasti di suoni, colori ed emozioni per il live del 2 febbraio di Elisa Rossi e Ketty Passa al Monk.

Bianco e nero, luna e sole, acqua e fuoco… Le sensazioni che ho provato subito dopo il live di Elisa Rossi che ha preceduto quello di Ketty Passa, sono state così contrastanti da riportare alla mia mente queste immagini. Due artiste così diverse, così agli antipodi da risultare complementari.

E questo da tutte le prospettive possibili.

Elisa, riminese d’origine ma romana d’adozione, che con il brano “Pensi sia possibile?” è stata proclamata vincitrice del Premio Bianca d’Aponte, è attualmente impegnata nel tour di promozione del suo ultimo album, ECO, uscito lo scorso 25 novembre grazie all’etichetta indipendente IndieSoundsBetter.

Il concerto è stato battezzato con “Da qui”, un pezzo deciso e delicato allo stesso tempo che ha fin da subito reso partecipe il pubblico della sua formidabile voce eterea e cristallina. Elisa ci ha dolcemente allietati con un repertorio di brani densi e carichi di sentimento, accompagnati da armonie melodiche esaltate da una ben riuscita componente elettronica.

Per creare degli interessanti giochi di voce si è avvalsa anche di una loop station, ma ovviamente, la riuscita del suo live che è riuscita perfettamente grazie e soprattutto ai musicisti che l’hanno accompagnata: Adam Lace alla chitarra e Sergio Tentella alla batteria.

Il pezzo che più di tutti mi ha colpito è stato “Pensi sia possibile?” che oltre al testo profondo mi ha ipnotizzato con la sua melodia orientaleggiante: da medioevo giapponese.

Dopo un live durato circa un’ora e mezza, si è congedata ringraziando e salutando affettuosamente tutto il pubblico. Ora, una volta sistemata la strumentistica sul palco, sarebbe stato il suo turno: Ketty Passa era pronta a scuotere gli animi cullati precedentemente da Elisa.

La ragazza dai capelli blu dopo una campagna di crowdfunding su Musicraiser è riuscita a dare vita a quello che è per lei un album molto importante, emotivamente e artisticamente: Era ora. Il live del Monk è stato un’anteprima del suo “Ketty Passa ovunque tour” che prenderà il via subito dopo l’uscita di Era ora, prevista per fine marzo.

Dotata di una grandissima carica, simpatia e presenza scenica, Ketty ci ha fatto letteralmente scatenare e divertire. Grazie ai suoi superbi musicisti: Fabrizio Dottori (tastiere, sax, synth), Marco Sergi (chitarra), Marco Pistone (basso) e Manuel Moscaritolo (batteria) ha fatto vibrare l’intero Monk accompagnata da rullate forti e riff potenti.

Ha cantato anche “Caterina” che lei ha definito come un traguardo molto importante per la sua carriera poiché è stato selezionato tra i sessanta brani finalisti di Sanremo Giovani.

Il suo è stato certamente un live coinvolgente ed entusiasmante, con una meravigliosa base hard rock che in più occasioni ha sfumato verso il metal: quella del Monk è stata una serata decisamente appagante dal punto di vista musicale, per tutti noi.

Foto di Francesca Romana Abbonato

Setlist Elisa Rossi

Da qui

Goccia

Eco

Due egoisti

Ho ucciso la notte

Metallo

Inchiostro

Pensi sia possibile?

Inverno

Il dubbio

Collane di perle

Non è per sempre

I giganti

 

Bis

Da qui

 

Setlist Ketty Passa

Sogna

Fino in fondo

Sola al tavolo

Voglio di più

Ho dato tutto

C’mon

Le tre cose

Il sole tramonta

Caterina

Credevo fossimo amici

 

Bis

Sola al tavolo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *