Fight.Noize | Fatti & altri Miti da Sfatare

fight.noize

Wake me up when september ends, è tempo di svegliarsi, che Fight.Noize è tornato. Nuova stagione, nuova vita. La sostanza è sempre la stessa, ma la forma, e forse anche il format, cambiano non poco. In ogni caso, tra Cheap Sound e Radio Kaos Italy, Fight.Noize riprende a navigare in un arcipelago di isole felici.

Se siete fan della rubrica già dall’anno scorso, saprete che questa usciva con cadenza mensile, sempre qui su Cheap Sound. Da giugno, Fight.Noize si è sdoppiato, ed è approdato sui canali di Radio Kaos Italy: per questa nuova stagione, chi scrive, lo farà settimanalmente (da qui fino a che morte non ci separi), sia per complementare le argomentazioni principali dell’ultima puntata in radio, sia per dare più continuità ai temi trattati.

lunedì = F.N su RKI -> martedì = rubrica + podcast su CS

Tra attualità e musica, tra radio e webzine, Fight.Noize prova ad abbattere il muro (sia questo imposto o frutto della nostra mente) che ci impedisce di guardare con occhio più critico, ed aperto a nuovi punti di vista, la realtà del mondo intorno a noi.

Il rumore non è solo quello prodotto dal coinquilino scomodo o da cantautori di basso livello, ma anche, e soprattutto, da: la disinformazione, la discriminazione (o pregiudizio, o ignoranza), l’arroganza, la violenza, corruzione, rabbia (se non odio), la paura, l’alienazione, Trump & co., Italia Uno, etc. etc.

Qui, con estrema modestia ed assoluta inesperienza, proveremo a sorprendervi con un miracolo, perché come canta il buon Dario Brunori (Sas): “…in mezzo a tutto questo dolore e tutto questo rumore, a volte basta una canzone, anche una stupida canzone, a ricordarti chi sei…”.

FATTi & MITi

Las Vegas

Joe Lombardo, capo-sceriffo di Las Vegas, sulla sparatoria del 1 ottobre:

“Non si tratta di un attentato terroristico.”

Perché, il terrorismo è solo di matrice islamica? Più in generale, una tecnica di guerriglia praticata solo da persone di colore?

Italia & Libia

The New York Times, riguardo alla crisi dei migranti che attanaglia l’Europa e, nel caso specifico, l’Italia e i suoi accordi con la Libia:

“Il ministro dell’interno italiano, Marco Minniti, non si fa scrupoli a spiegare perché il suo paese ha deciso di rafforzare la guardia costiera libica, fare accordi con le tribù che controllano il confine meridionale libico, convincere le milizie a fermare le imbarcazioni in partenza dalla Libia e promettere aiuti per sostituire i mancati profitti derivanti dal traffico di esseri umani. la questione è semplice: in vista delle elezioni politiche bisogna evitare che i partiti populisti alimentino la paura dell’immigrazione.”

No comment.

Corea del Nord

Ri Yong-ho, ministro degli esteri nordcoreano, in risposta ad un tweet del presidente statunitense Donald Trump:

“La Corea del Nord ha il diritto di abbattere aerei statunitensi fuori dal suo territorio, visto che Washington le ha dichiarato guerra.”

Il futuro del mondo in 180 caratteri (da pochi giorni, a dire il vero, sono diventati 100 in più).

Siria

Dall’ Internazionale (29 set / 5 ott 2017):

“L’Osservatorio siriano per i diritti umani ha denunciato la morte di 37 persone in un bombardamento, attribuito all’aviazione russa… Nella provincia di Deir Ezzor, le forze democratiche siriane, sostenute dagli Stati Uniti, hanno denunciato di essere state bombardate dai russi e hanno risposto al fuoco. Intanto la ong Human rights watch ha pubblicato un rapporto su due raid aerei della coalizione a guida statunitense contro il gruppo Stato Islamico, avvenuti a marzo, in cui attesta la morte di 84 civili, fra cui trenta bambini.”

Ma la Guerra Fredda non era finita? In ogni caso, il medio oriente come campo di battaglia per lo scontro dei pesi massimi America vs Russia.

Clicca qui per ascoltare il podcast di questa settimana!

Per approfondimenti concreti su questi ed altri temi, potete ascoltare me ed Andrea Santostasi (mio prode co-conduttore per questa quasi nuova avventura), insieme al resto dei brani proposti in scaletta, seguendoci in diretta:

ogni lunedì, dalle 14 alle 15, su radiokaositaly.com!

Per chi non riuscisse a seguire la diretta, l’appuntamento è per il prossimo martedì qui su Cheap Sound!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *