I Consigli Del Narciso #12 I Si riparte!

Il buono del mese scorso, il buono a venire


Tornano i dischi dell’ego, pardon, I Consigli Del Narciso, la rubrica che porta sulle pagine di Cheap Sound ciò che di buono c’è stato nel mese appena terminato e punta un faro verso il buono a venire. C’è sempre un’immagine dei dischi che consiglio, o perlomeno di una buona parte di essi, e in coda un brano da ascoltare che anticipa qualcosa di gustoso che verrà (coming soon).

Settembre è stato ricco di grandi ritorni discografici che immagino sia superfluo segnalare in dettaglio, perciò li metto fuori sacco: LCD Soundsystem – American Dream (James Murphy e band mai così new wave), il secondo lavoro di Benjamine Clementine – I Tell A Fly (tra neo-classicismo e avanguardia glam) e il nuovo lavoro di Four Tet – New Energy (che recupera certi ambientalismi del suo passato pur rimanendo coi piedi nel club). Ecco invece, qui di seguito, i consigli veri e propri.

Lorenzo Senni – XAllegroX / The Shape of Trance To Come è il secondo EP del produttore italiano dopo il buonissimo “Persona” uscito l’anno scorso. I due pezzi che danno il titolo all’album evolvono ulteriormente il verbo della sua personale musica trance, che ammicca parimenti all’EDM e alla PC Music. Qualità della grana sonora al servizio del ritmo. Andate su http://lorenzosenni.com/ per giocare con Senni e avere un gradito bonus se arrivate in fondo.

Nosaj Thing – Parallels ovvero “non si esce vivi dagli anni ‘80”. Quattro dischi pubblicati ad oggi dal giovane produttore di stanza a Los Angeles per altrettanti mondi musicali, legati assieme da un senso del groove di matrice hip-hop. Quest’ultimo lavoro suona soprattutto synth-pop (come piacerebbe all’ultimo Com Truise), tanto da farlo sembrare perfetto per la sonorizzazione della seconda stagione di Stranger Things.

Ibeyi – Ash segna il ritorno delle talentuose gemelle franco-cubane per un disco meno minimale del bellissimo debutto omonimo del 2015. Ash è vario a tal punto da non vergognarsi di flirtare con il pop, pur di far arrivare il proprio messaggio ad una platea – speriamo – sempre più ampia. Un disco politico che a tratti suona come una produzione r’n’b anni ’90 e non lo diciamo in senso spregiativo. Fatelo vostro.

Andrew Weatherall – Qualia è uscito abbastanza in sordina ma è l’ennesimo centro pieno del geniale produttore inglese – uno dei principali artefici del suono di Screamedelica dei Primal Scream forse vale la pena di ricordarlo. Rispetto al suo precedente, psichedelico, Convenanza ci si sposta sulla pista da ballo, ma con il solito guizzo da primo della classe. Una perla luminosa che merita di essere portata in superficie.

Anche l’ottobre già inoltrato riserva belle sorprese: è uscito da pochissimo il nuovo disco di Kaitlyn Aurelia Smith – The Kid che suona soul/r’n’b pur poggiando su un tappeto ritmico a base di sintetizzatori – nella fattispecie su quello dello storico marchio Buchla – mentre è in uscita il decimo lavoro di Beck – Colors che promette di essere “né rétro né moderno” a detta del suo stesso autore – dai singoli già editi c’è di che gioire.

Il coming soon di questa puntata è “Me Me Me” dell’italiano Not Waving, pezzo che preannuncia l’uscita del suo nuovo disco sulla lunga distanza Good Luck.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *