I Kruk tra Londra e Roma creano “End It”

KrukI Kruk nascono a Roma nel 2009. Dopo i primi due EP, a Marzo del 2011 iniziano a lavorare sul loro primo album uscito poi in Novembre. Registrato e missato tra Londra e Roma “End it” è decisamente originale.
Il loro è un rock sperimentale, diverso da quelli di tanti altri gruppi.Questa diversità è sicuramente un pregio che però potrebbe rivoltarglisi contro; orecchie non avvezze potrebbero non apprezzare un suono così diverso. Invece questi ragazzi, anche se non sono per tutti, sono bravi. Il suono è volontariamente pastoso e gli strumenti riescono a mischiarsi tra di loro creando un suono unico. I testi non sono limpidi ma perdono di importanza, il suono ha la meglio su tutto. Personalmente non ho mai apprezzato i gruppi italiani che cantano in inglese ma stranamente in questo caso non ho provato alcun fastidio perchè la voce non ha funzione cantautoriale, ma diventa uno strumento in perfetta sintonia con gli altri. Nonosante l’abbia ascoltato numerose volte e le canzoni siano abbastanza lunghe non mi ha annoiato. E’  un album a tutti gli effetti degno di essere chiamato tale, è stato registrato benissimo, il suono è limpido ed equilibrato. Li consiglio a tutti quelli che sono disposti ad ascoltare sonorità diverse o che già apprezzano questo stile e, per i meno abituati, vi invito ad aprire gli orizzonti verso qualcosa di nuovo dai soliti standard. La band è composta da Marco Biasioli , Andrea Boccadoro, Emanuele Esposito alla batteria, Valerio Scialanca al basso e Alessandro Ventura alla chitarra.

Autore: Kruk
Titolo: End It
Etichetta: Senza Contratto

TRACKLISTEnd It

1.Alarm Clock
2.Serena
3. Desert Hill
4. Homeless Cowboy
5. Watery Paths
6. Egg’s Lullaby
7. A Mile In A Foreign Climate
8. Feathers & Belts
9. Aside
10. End It

 KRUK
Sito ufficiale
Myspace
Twitter
Facebook 

YouTube

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *