Jonny Blitz Live@Le Mura 11/05/2016

jonny blitz

Sono andato a sentire i Jonny Blitz a Le Mura. E’ stata una gran bella sorpresa!

Ancora non capisco il motivo per cui non cambino il nome del Mercoledì in Divanodì. Il mercoledì NON SI ESCE, è una legge implicita mai scritta che non dovrebbe mai essere messa in discussione. E invece no. Ieri sera ho rinunciato al divano perchè proprio non mi andava di stare a casa a guardare la tv.

A inizio settimana, i miei colleghi di Cheap Sound hanno inserito il concerto dei Jonny Blitz a Le Mura tra gli eventi della settimana, e visto che tipo la metà dei miei contatti su facebook pare che stiano in fissa marcia col gruppo romano, ho deciso di uscire e andarli ad ascoltare. Forse non mi crederete o mi darete del fesso (sicuro coloro che rientrano tra quelli di cui sopra), ma questa è stata al prima volta in assoluto che ho sentito i Jonny Blitz live. Andando, in macchina, un ormai consueto senso di apatia totale mi ha avvolto, ma non sono caduto preda della voglia improvvisa di tornare a casa. E meno male, aggiungerei.

I Jonny Blitz sono un gran gruppo. In un’ora scarsa di concerto hanno dimostrato di saper tenere perfettamente il palco e di saper far divertire praticamente tutti. Un mix esplosivo di pop italiano anni ’60 e puro indie dei primi anni ’00 farcito da linee melodiche fresche e particolari, da cori e controcanti difficilmente ascoltabili in giro per locali oggi giorno  e da strutture generali dei pezzi che caratterizzano davvero tanto il sound. Il tutto regala un’atmosfera spensierata, divertente e allegra, riscontrabile in un pubblico che non ha potuto far altro che ballare per tutta la durata del concerto, inventando dei cori ad hoc per i Blitz, per colmare quei rari momenti morti tra un pezzo e l’altro.

Ho sofferto di insonnia per un certo periodo, e chi ci è passato sa di quanto faccia schifo. L’apatia, a parer mio, è veramente peggio. Ed è proprio per questo motivo che voglio ringraziare i Jonny Blitz, che mi hanno fatto ricordare, per un momento, che interessarsi a quello che succede intorno a se stessi è forse una delle cose più belle che c’è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *