Il ritorno dei Karmamoi: Odd Trip!

KarmamoiMentre ascoltavo Odd Trip mi sono sentita come se avessi Aldo davanti e Giacomo da dietro “Prima la confonde con il delirio e poi ‘ti posso baciare?’” Pressappoco.
Siamo al secondo album d’esordio per i Karmamoi; nessuna contraddizione di termini, semplicemente Odd Trip è il tentativo di internazionalizzazione del gruppo, con canzoni in inglese e molta voglia di uscire dal circuito electronic-indie-melanconico, rispetto a tre anni fa.
Gli ingredienti presi singolarmente sono di qualità: la voce di Serena Ciacci non stanca, le chitarre di Tempesta e Massari convincono, basso e chitarra fanno il loro lavoro. C’è l’elettronica a fare da legante, con qualche trovata interessante, ma nel complesso forse troppo ambiziosa. L’album non sembra avere una sua linea direttrice, a favore di continue spezzettature e cambi repentini di genere.
Per carità, ci sono gruppi che hanno fatto una bandiera di questo modo di fare, ma con i Karmamoi sembra di vivere un deja-vù continuo di suoni già sentiti, resi inafferrabili e indistinti dalla partitura elettronica, tra omaggi più o meno velati agli anni ’80 e riff di chitarra che hanno risvegliato nella mia mente malata ricordi da pseudo-Anthem.
I tre intermezzi Oxygen ammiccano a un ipotetico “respiro” dall’alternarsi dei generi, ma in realtà catapultano l’ascoltatore in trovate bizzarre, che forse servono più a distrarlo dal tentativo di raccapezzarsi e venirne a capo. Tranne il primo, stranamente ambient: in qualche inizio titoli da film italiano so che farebbe la sua porca figura.
Si apprezza l’impegno, ma i Karmamoi non sembrano aver ancora trovato un’identità condivisa nella loro tentata versatilità di distorsioni e strumenti, anche ben armonizzati tra di loro, ma legati poco. Un castello di carte, a cui è stata aggiunta poca colla, che fa sì la differenza, ma ancora non del tutto: ci sono brani che aiutano a levarsi un paio di sfizi, ed è per questo che il disco comunque un ascolto lo merita. Non troppi magari e non tutti insieme, perché c’è il rischio di capire dove sta il trucco.

F.S.

Karmamoi-Odd-Trip-CoverAutore: Karmamoi
Titolo: Odd Trip
Etichetta: Crisalide

TRACKLIST
1 – Oxygen 1
2 – If
3 – Labyrinth
4 – If I Think Of The Sea
5 – Oxygen 2
6 – Samvega
7 – Yours
8 – Odd Trip
9 – Oxygen 3
10 – 5+
11 – Lost Days
12 – Aria

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ZGSyJZRhIkY[/youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *