Intervista con i KuTso

Li avevamo lasciati poco più di un anno fa con il loro primo EP Aiutatemi.
Erano fichi e il loro sound potente. Stiamo parlando ovviamente dei Kutso. Abbiamo aspettato con ansia la prossima rivelazione e ora che finalmente è arrivata ci siamo subito attivati per intervistarli e conoscere ogni particolare di DECADENDO (su un matterasso sporco) uscito sull’iTunes store  il 1 Aprile.
Cosí eccoci faccia a faccia (in modo virtuale) con una delle band italiane più talentuose e promettenti.

CHEAP SOUND: Il 22 marzo è uscito il singolo Lo sanno tutti estratto da DECADENDO (su un materasso sporco). Con grande gioia possiamo annunciare che da ieri l’album è finalmente in vendita su iTunes. Cosa avete da dirci su quest’ultima creazione?

MATTEO GABBIANELLI: DECADENDO contiene brani che sono stati composti a distanza di anni l’uno dall’altro; ci sono pezzi che girano nella rete da un po’ e canzoni completamente inedite. Questo disco è un concentrato di sorridente disperazione, smielato disfattismo, melodie accattivanti, armonie strampalate, acuti improbabili, grida scomposte, ritmi vorticosi, chitarre distorte e un alone mortifero che permea l’intero album.

CS: Il Perpetuo Tour vi ha permesso di esibirvi su numerosi palchi italiani, nonostante il nomadismo sfrenato siete riusciti a produrre un nuovo album. Dove, come e da chi è stato prodotto?

MG: Il disco è stato registrato, missato, masterizzato da noi presso il nostro studio, la kutso noise home , in cui abbiamo tutta la tranqullità di fare e disfare le nostre composizioni fino al raggiungimento di una forma che ci soddisfi. DECADENDO esce per tre etichette differenti (22r, Cose Comuni e Metatron), è distribuito da Audioglobe per quanto riguarda le copie fisiche ed è disponibile digitalmente su iTunes.

CS: Grazie alla vostra esuberanza e simpatia avete sempre avuto un ottimo rapporto col pubblico, come credete che accoglieranno DECADENDO?

MG: Molte delle canzoni contenute in DECADENDO sono già conosciute dal nostro pubblico perché le suoniamo dal vivo e perché girano sulla rete da un po’, gli altri che non ci conoscono farebbero meglio ad allinearsi con chi ci apprezza, per non fare figuracce.

CS: Il 4 aprile presenterete l’album a La Tua Fottuta Musica Alternativa (Circolo degli Artisti), ci dobbiamo aspettare qualche sorpresa durante il live?

MG: I nostri live sono sempre una sorpresa anche per noi, potrebbe succedere di tutto; meglio esserci quindi per poterne parlare al bar con gli amici.

CS: Dal primo EP Aiutatemi del 2011 ne avete fatta di strada, quale pensate sia stato il cambiamento piu radicale da allora? Ho notato anche un cambio nella formazione.

MG: La novità più importante con questo nostro primo full length è che finalmente abbiamo un ufficio stampa serio (Safe And Sound) e una promozione a sostegno dell’album. La formazione è cambiata in questi mesi: abbiamo sostituito il nostro vecchio batterista Alessandro Inolti, che ha suonato le batterie in DECADENDO, con Simone Bravi (di nome e di fatto). Al basso abbiamo sempre il prode Luca Amendola e alla chitarra quel buontempone di Donatello Giorgi.

CS: C’è stato qualche artista in particolare che ha influenzato la realizzazione del cd o è tutta farina del vostro sacco?

MG: E’ tutta farina del nostro maledetto sacco, tranne La canzone dell’amor perduto di De André che abbiamo reinterpretato in versione “Weezer / Iron Maiden / Loretta Goggi”.

CS: Quali saranno i prossimi traguardi per i KuTso?

MG: Diventare una realtà musicale nazionale a tutti gli effetti e suonare sempre di più in ogni regione italiana.

CS: Quali pensate che siano le caratteristiche che vi differenziano dalle altre band italiane?

MG: Il nostro discorso esula dalle mode, dalle sottoculture, dalle tendenze e dalla musica stessa. Noi siamo un’esperienza più che una band. Non ci interessa niente e nessuno al di fuori di noi stessi.

Questo è quanto ci hanno raccontato i KuTso che potrete ascoltare dal vivo questa sera (04 aprile) al Circolo degli artisti durante la serata de La Tua Fottuta Musica Alternativa,  in streming A Blog Unificati anche su Cheap Sound.
526765_577318928959081_694034949_n
Facciamo un grande saluto ai Kutso e gli auguriamo di spaccare tutto!
E.C.
Cover_decadendoB

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *