Le anteprime di Cheap Sound | Sing and Swim di The Castaway

In anteprima su Cheap Sound il nuovo video di The Castaway, presentato il 20 maggio al  Wishlilst di Roma

«The Castaway è una visione dell’essere umano, una metafora che ci mette tutti sulla stessa barca,pronti ad essere travolti dalle onde,rischiare di annegare e ad affrontare quel bellissimo mare che è la vita.» Così presenta il suo progetto di cantautorato folk dalle sonorità molto nord americane Luca Frugoni, al quale abbiam ofatto qalche domanda per presentarci il suo nuovo video, in anteprima solo per noi!

Trovo sempre ammirevole quando un artista ha il coraggio e la necessità di rinnovarsi, di riscoprire se stesso in nuovi sound e soprattutto di esplorare il nuovo, l’ignoto. La tua genesi musicale è dal metal,  mentre ora ti sei accostato ad un folk acustico che mi ha rapita per la sua delicatezza ed eleganza, e per la tua voce carica di pathos. Cosa ti ha portato ad avventurarti verso queste nuove sonorità?

Il metal o comunque il rock più hard o heavy è qualcosa che mi apparterrà per sempre, però credo che ci sia semplicemente un tempo per far passare un messagio in un modo piuttosto che in un altro.
Con la mia vecchia band abbiamo iniziato a suonare a 18 anni forse reduci da un classico periodo di ribellione adolescenziale, ed avevamo bisogno di parlare musicalmente in quel modo. Prescindendo dal gusto che cambia, dalla scoperta di nuova musica o nuovi artisti, anni dopo ho sentito la necessità di trovare una dimensione più intimista, cercando un sound più leggero… avevo bisogno di chiudere gli occhi e vedere delle immagini, talvolta astratte, e sognare, per poi capire cosa volevo dire e come volevo esprimerlo. Era una magia che mi mancava e che ho ritrovato nel folk.

“Castaway” in inglese vuol dire “naufrago”. Un naufrago è colui che perde involontariamente il luogo da cui proviene, le sue abitudini e le sue certezze e nella solitudine “della sua isola deserta” impara l’introspezione e la sopravvivenza. Ti ritrovi in questa descrizione?  In che modo ti senti Castaway?

Hai detto tutto tu! Ahahah scherzo!  Si ovviamente,la descrizione è più che azzeccata. Diciamo che nella mia vita c’è stato un momento di analisi interiore derivato da accaduti che per me sono stati degli uragani, in cui la domanda era sempre più forte della risposta, non so se mi spiego. Ovviamente di fronte a quesiti costanti l’instabilità emotiva è una conseguenza quasi scontata. Dunque volendo minimizzare gli accaduti ho capito che il nome stesso, The Castaway, talvolta descrivesse per me una perdita d’equilibrio (vista da un lato romantico), ma era al contempo un’isola dove poter naufragare, giust’appunto; l’aver scelto questo nome mi ha fatto “toccare la terra ferma”. Le metafore marittime con la vita poi sono cose che spiego in svariate interviste ma che per fortuna da oggi ci penserà la mia Sing and Swim a spiegarlo al mio posto! 🙂 🙂

Il singolo in anteprima per Cheap Sound è “Sing and swim”. Di cosa parla questo brano? In che rapporto stanno per te “Cantare e nuotare? Come nasce l’idea del video?

Sostanzialmente “Sing and Swim” è il motivo del nome The Castaway, ed è prettamente biografico come testo. Cantare e nuotare, nel mio grande mare, viaggiano parallelamente. Il mio nuotare è il cantare e, se la vogliamo vedere da un punto di vista lavorativo, il mio cantare è il nuotare.
Il video nasce perchè ogni volta che io e Federico Toraldo ci vediamo speriamo sempre che arrivi uno con una valigetta piena zeppa di soldi per fare un film holliwoodiano, poi ci rendiamo conto che basta essere due folli totali e riusciamo a fare comunque delle cose meravigliose! Dunque cambiano le idee, si ridimensionano i budget, poi ci ripensiamo e dopo settimane di scervellamenti vari arriviamo ad una conclusione! Con “Blank Pages”, siamo stati forse più diretti, avevamo una linea già chiara, mentre “Sing and Swim” ci ha portato a pensare a storie, emozioni, situazioni, piccoli gesti da rappresentare… è stato un lavoro fichissimo!

Questo è il tuo secondo singolo dopo “Blank Pages”, altro bellissimo brano. C’è dietro un progetto per un’uscita discografica? Quando avremo il piacere di avere tra le mani il tuo primo album?

L’idea è quella. In queste settimane si parla di EP, di Album. In realtà è tutto da capire. Quindi non so dire una data d’uscita ma soprattutto non so dirvi per quale tipo di lavoro. Sicuramente, per una mia volontà personale, il prossimo singolo non uscirà da solo!

Quali sono i tuoi prossimi appuntamenti live?

Nei prossimi mesi estivi sarò un in giro per l’Italia,facendo avanti e indietro da nord a sud! Tornerò anche a suonare ai miei amati Castelli Romani, dopo quasi 8 mesi d’assenza,  e di questo ne sono molto felice! Mi fermerò sicuramente tra Agosto e Settembre per qualche settimana dedicata ai lavori in studio e poi si tornerà subito live!

Grazie a The Castaway, e questo è “Sing and Swim” solo per Cheap Sound!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *