Roma Vintage 2011, Le Mura: live, video, album e intervista!

L’ultimo giorno di luglio, finalmente, riesco ad andare a Terme di Caracalla a vedere questo famoso Roma Vintage di cui tutti
mi hanno parlato, nel bene e nel male. In programma tre gruppi: Le Mura, Dieci Unità Sonanti e Sweepers. Il posto non è male, piazzato su Parco San Sebastiano, è la classica festicciola estiva con tante bancarelle ma poche cose belle da comprare. Un posto piacevole però.
Ma arriviamo al dunque, la musica dal vivo: un palco alto e grande ed uno spazio molto aperto per il pubblico che può sia accomodarsi sui tavolini, sia stare in piedi. Non c’era molta gente, ma stiamo  parlando del 31 luglio, nella capitale, portare più di cento persone a qualsiasi evento è un’impresa, a maggior ragione se gli ingredienti della serata sono musica indipendente e birra. Fra un’esibizione e l’altra ho avuto anche un incontro interessante con i “capoccia” della Doug The Dog che si occupa di promozione di gruppi nell’ambito romano e di cui troverete i recapiti web qui sotto insieme a quelli dei gruppi.
Dei tre gruppi che suonavano recensirò quello che mi ha più colpito, nonchè l’unico che abbiamo potuto sentire dall’inizio alla fine: Le Mura.

Senza dire niente, dal primo momento fino alla fine della loro esibizione, Le Mura cominciano a suonare. Voce filtrata, tastiere e chitarra fra il blues e la psichedelia. La batteria è poco presente, ma si capisce subito che il punto nevralgico del gruppo sono proprio i primi tre: Gabriele Proietti, voce e basso, Andrea Imperi, chitarra elettrica, Giuseppe Arena, tastiere.
Le Mura sono un gruppo eccentrico, questo è chiaro già quando salgono sul palco, quando suonano per tre quarti d’ora senza bisogno di coinvolgere il pubblico se non con la musica stessa: blues, rock, psichedelia, anni ’70, ’80, ’90, cantautoriale… ad elencare le influenze di questo gruppo potrei perdere una vita, e infatti scopriamo che loro non vogliono etichettarsi, vogliono semplicemente suonare quello che gli piace. Ne esce un sound più che piacevole, davvero interessante: gli arrangiamenti sono curati benissimo, ogni strumento è allo stesso modo solista e corista.
Rimanendo molto impressionato dall’esibizione dal vivo – mista di cover e pezzi originali – ho comprato il disco del gruppo: Tutto è oltre. Ascoltandolo bene, si capisce che Le Mura sono una di quelle band che dal vivo rendono molto di più che in studio: perde la voce di Proietti, anche se comunque resta fra le più particolari del panorama romano attuale, e perdono – ahimè, anche gli arrangiamenti, che invece sono la forza del gruppo. Resta comunque un gruppo da seguire assolutamente e da cui in futuro ci si potrà aspettare qualcosa: Le Mura hanno le idee chiare, fanno un genere che in Italia ormai non c’è più e, anche se possono sembrare anacronistici, la loro originalità li porterà molto avanti.
Fra i pezzi più significativi ci sono sicuramente All In, A.S.P e Magda, ma tutto il disco in realtà è bello da sentire. Dal vivo, ripeto, sono tutt’altra esperienza e ogni brano che eseguono ha un fascino tutto particolare, che si tratti di cover o pezzi originali.

Sicuramente segnaleremo le loro prossime date sul calendario del blog. Sotto, potrete trovare alcuni video della serata, fra cui un’intervista a Le Mura e alcune esibizioni!
F.B.

I VIDEO DELLA SERATA
Le Mura: All In, Frodo
Intervista a Le Mura
Sweepers

Autore: Le Mura
Titolo: Tutto è oltre
Etichetta: Autoprodotto

TRACKLIST
1 – All In
2 – A.S.P.
3 –  Adoro Perdere Tempo
4 – Frodo
5 – Magda
6 – Le Mura

LE MURA
Facebook (pagina)
Facebook (contatto)
MySpace
Youtube

DIECI UNITA’ SONANTI
Sito Ufficiale
Facebook
Flickr
MySpace
Twitter
Youtube

SWEEPERS
Sito Ufficiale
Facebook
MySpace
Youtube

DOUG THE DOG
Sito Ufficiale
Facebook
Soundcloud
Bandcamp

ROMA VINTAGE
Sito Ufficiale
Facebook

6 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *