Colle Der Fomento | Le foto del grande ritorno

Dopo il ritorno sulla scena musicale con Adversus, i Colle Der Fomento risalgono sul palco e, per la data romana,
scelgono quello dello Strike s.p.a.
Una serata, che molti di noi stavano aspettando, raccontata dalle foto di Francesca Romana Abbonato.

Rivedere i Colle Der Fomento, sul palco, dopo tanto tempo è stato un qualcosa che ha fatto venire i brividi lungo la schiena. Una serata che molti di noi stavano aspettando.
Abbiamo già parlato di Adversus e la nostra recensione metteva in evidenza il fatto che le strade per tornare sulla scena, potevano essere molte, ma loro hanno preso quella che andava in direzione ostinata e contraria.
Non ci eravamo sbagliati: il live è stato un ritorno a quei malinconici anni ’90, dove la musica è stata la protagonista indiscussa.  L’apertura dell’evento, è stata affidata alla vecchia guardia della scena rap romana: Lucci, Suarez (Gdb), Rak, Dj Ceffo e CannasUomo.
Durante il live, il gruppo ha deciso di condividere quella magia che si stava creando con Kaos, la cui storia artistica non ha bisogno di presentazioni e l’ipnotico Aliendee che con il suo beatbox ha, come sempre, stupito tutti i presenti. Come ospite d’eccezione, non così lontano dal mondo rap, un immenso Roy Paci che, con la sua inseparabile tromba, ha accompagnato alcuni brani del gruppo tra cui “Polvere“.
Il tutto, anticipato dal documentario realizzato dal gruppo, “X TUTTO QUESTO TEMPO“, che ha immortalato i momenti di registrazione del disco con l’analisi track by track.
I Colle Der Fomento sono tornati, e lo hanno fatto in un centro sociale, che è stato il contesto che ha visto nascere questo progetto musicale nel ’94. Una scelta per nulla banale ma che, per molti, ha significato molto e tanto.
La serata è stata dedicata a Primo Brown, e la strofa di “Polvere” rende perfettamente la sensazione di fratellanza che ha unito tutti in ricordo di una delle personalità più importanti che abbiamo avuto nel rap italiano:

«…così mi sveglio una mattina e non so più chi sono e non so più chi sei
provo a rimettere per bene tutti quanti i pezzi in fila ma trovo solo il conto degli errori miei
che se potessi li riporterei tutti al punto di partenza prima dell’odio e della scienza
prima del fomento e del veleno in quattro in quella stanza a dividerci le rime e l’incoscienza…»

Adversus è uscito il 16 novembre per Tak Production.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.