Giulia Anania al Monk | Un mix di canzone, poesia urbana, arti visive e street art

© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi
© Gian Marco Volponi

Giulia Anania al Monk. Molto più di un semplice concerto

C’era Giulia Anania, e c’erano anche Lunetta Savino, Vinicio MarchioniLuca Vecchi dei The Pills Michele Botrugno per leggere le poesie della cantautrice. Uno spettacolo in cui la canzone si è intrecciata con poesia urbana, arti visive e street art.

Le foto di Gian Marco Volponi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.