LOOPS | Elettronica e arte in un evento firmato Artchivio

© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400
© Alessandro Signorini
Agfa apx 400

Loops, ovvero concepire l’arte come un viaggio

Vi ricordate di Artchivio? Ve ne avevamo parlato qua a proposito delle realtà creative romane.
Fedele alla linea, ovvero quella di scovare nuovi talenti emergenti e promuoverli attraverso l’ideazione di situazioni ad hoc per ciascuno, Loops si configura come primo evento pubblico realizzato da Artchivio in stretta collaborazione con CultRise, ed ospitato nella favolosa cornice della galleria The Popping Club, un’ex rimessa Atac nel cuore del Rione Monti.

Loops è stata concepita come una vera e propria esperienza immersiva, caratterizzata dalla volontà di prendere per mano e accompagnare lo spettatore in un viaggio fatto di musica  e arte, luce e buio, un luogo in cui perdere la cognizione del tempo e dello spazio.

© Alessandro Signorini

Tra i protagonisti i Meta-, Simone Giudice e Luigi Calfa, duo elettronico sperimentale la cui ricerca si basa sulla continua interazione tra suono e immagine, andando a creare uno spazio di ascolto e visione capace di superare la tridimensionalità dei sensi, alternativa al consueto ambiente percettivo.

Un quadro immaginifico perfetto, completato dalle opere di Mario Carlo Iusi giovanissimo artista attivo su Roma che indaga il dialogo tra luce, suono e colore nelle sue molteplici forme, che hanno dato vita a uno scenario perturbante caratterizzato dall’interazione opera-osservatore grazie agli inediti supporti illuminotecnici posti lungo tutta la cornice.

Alessandro Signorini, del collettivo Messa a fuoco ci racconta per frammenti analogici tutti i dettagli di questo viaggio (sfoglia la Gallery in alto).

© Alessandro Signorini

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.