Manifesto Preview | Catapultati in un altro mondo

La parola d’ordine è “catapulta”. Dal clima artico tipico del giardino del MONK sono entrato e mi sono ritrovato subito in una radura agli inizi degli anni ‘70, con un bel sole ed un paio d’occhiali. Davanti a me un cantastorie che dipingeva strani animali colorati, tra acid folk, psichedelia e una dose massiccia di effetti alle chitarre.

Ecco Blisstonia, l’album con il quale Weird Bloom ha aperto la serata! Dopo pochi secondi è iniziato il live dei Technoir, dalla parte opposta del locale. Sono stato letteralmente catapultato in un mondo molto diverso: siamo in Nigeria? In Grecia? In Italia? Siamo nel futuro! Ritmiche possenti e primitive, riffs taglienti e metallici, una voce calda e soave unita all’uso sapiente della tecnologia. Si sentono influenze come Hiatus Kaiyote o Thundercat, che arricchiscono il technofunk del superbo duo milanese.

Il gioco l’ho capito e mi fiondo nuovamente di fronte al main stage, dove inizia puntuale il concerto del tanto atteso Godblesscomputers. Introduzioni spaziose e atmosfere interessanti. Si nota subito il bel connubio con la ritmica giusta: batterista di classe e bassista/chitarrista super groovy! Con un gran gusto nell’uso dei mallets e dei samples, il musicista bolognese conquista la Capitale con un concerto meraviglioso.

Ci presenta Solchi, il suo ultimo lavoro che ci trasporta nella sua infanzia, nella quale creava una visione di sé che adesso è realtà. Astro nascente? Personaggio affermato? Entrambe. Lorenzo ci fa capire con la sua musica che è un ragazzo che sa da dove viene e sa dove sta andando. Facendoci immergere nel suo mondo sta tracciando solchi sempre più profondi nella musica elettronica italiana (e non solo), con tante cose da dire che è piacevole ascoltare.

3 mondi differenti tra loro ed ognuno con una propria identità.

Il Manifesto parte a bomba e, se questa era la presentazione, i presupposti per un festival accattivante ci sono di sicuro!

Qui le nostre impressioni sull’edizione 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.