Indies Oldies: Management del dolore post-operatorio, AUFF!! (2011)

mgmt2Lanciano (Chieti). Quattro malati di mente si trovano ben assortiti tra loro ed iniziano a fare rock, ispirati dagli anni ’80 e ’90. Si balla e si suda a sentirli, ispirano movimento pur non essendo creati per fare intrattenimento.

I testi sono comunque seriosi, politici, taglienti ma soprattutto “vivi”. La musica nasce un po’ dalle cose elettroniche e/o punk degli ’80 (pur essendoci poca elettronica), e per un certo verso ricorda il primissimo Teatro degli Orrori. La voce è un misto proprio tra Capovilla e Giovanni Lindo Ferretti anche se, rispetto ai due totem dell’ (ormai mica tanto) underground italiano, Luca Romagnoli sembra un bel po’ più melodico. “Dottorando in filosofia si è buttato dal settimo piano, I have no future… ogni concorso era truccato, tutto preparato”. Questo è un po’ per farvi capire l’atmosfera per esempio di Norman, il brano forse più riuscito (forse il più simile al sopraccitato Teatro) e uno dei più attuali di un disco composto da 10 tracce spedite e mai noiose, con per altro ottimi salti dinamici. È un disco sì di rock-punk-funk ignorante ma che sa anche prendersi qualche pausa, elemento molto importante in un’opera che non è cantata ma appunto declamata. Abbiamo visto anche la band dal vivo un paio di volte (e chi scrive ha avuto l’occasione anche di condividere il palco con questi ragazzi) e possiamo dire che l’impatto live è molto migliore rispetto al disco, che comunque, come già detto, scorre via veloce, grazie a brani che arrivano subito al dunque. Si parlava di riferimenti importanti, come Teatro degli Orrori e Cccp, ma va anche sottolineato come tali riferimenti non siano mai pacchiani o semplici scimmiottamenti.
È più verosimile parlare di “piacevoli richiami”, che aiutano anzi chi ascolta ad inquadrare meglio la band, la quale però rimane sempre uno dei prodotti più interessanti ed originali degli ultimi tre/quattro anni all’interno del nostro paese. Sarà interessante vedere come evolverà questo progetto interessante – che ha potuto già fregiarsi della collaborazione di Manuele Fusaroli (Zen Circus, Luci della Centrale Elettrica, Tarm, Teatro degli Orrori) Emanuele Audisio (Linea 77) ed Andrea Appino (Zen Circus) – ed innovativo (pur pescando in un filone che sta diventando una “tradizione”), perché
il limite di una band del genere può soltanto essere il rischio di essere ripetitivi. Ma se i quattro abruzzesi riusciranno a mantenere questi standard, allora parleremo, sentiremo e scriveremo di loro a lungo e con sempre ravvivato interesse. Almeno per condividerne l’occhio sempre acceso sulla realtà, un po’ incazzato, un po’ disilluso e sempre graffiante.
E.S.

 

Autore: Management del dolore post-operatorio
Titolo:
Auff!
Etichetta:
Marte Label

TRACKLIST

mgmt1. Pornobisogno
2. Auff!!
3. Marilyn Monroe
4. Signor poliziotto
5. Amore Borghese
6. Norman
7. Irreversibile
8. Macedonia
9. Nei palazzi
10. Il numero otto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *