Mary in June Live@Init 25/05/2016

In occasione della V4V Night organizzata all’Init, abbiamo rivisto dal vivo i Mary in June. E la questione non finisce con questo report …

Sempre più spesso e facilmente sento parlare di gruppi che sul palco mostrano energia pura, grandi emozioni, talento, bombe a mano, etc. Questo è uno di quei casi (pochi) in cui si può veramente parlare di energia in senso più alto, quella vera  che rimane per ore attaccata alla maglietta e nei pori della pelle, quella  che ti prende nell’immediato momento in cui viene suonato il primo accordo di chitarra o si impugnano le bacchette della batteria. Energia che non diminuisce mano a mano che il live va avanti anzi vola sempre più in alto e non vuoi smettere di muoverti o sentire fischiare le orecchie.  I Mary in June hanno fatto ballare, urlare, sorridere, si sorridere tanto ed è per questo che sono riusciti a far rimanere attaccati sotto il palco le persone dall’inizio alla fine del live. Hanno presentato i brani del nuovo album Tuffo andando a ripescare anche qualcosa da Ferirsi il tutto instancabilmente concentrato in un’ora di live.

Questo è il nostro report a cura di Francesca Romano Abbonato.

Godeteveli tantissimo!
Di seguito la scaletta del concerto:
– Nuova Fine
– Sogni per l’analista
– Confini
– Olio, benzina e cherosene
– Fango
– In fondo al mare
– Combustibile
– Perfetto
– Un giorno come tanti
– Il giardino segreto
– Costole
– Qualcuno con cui correre
– Dimentica
SIREN2016-NORM---970x90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *