Finalmente un po’ di funky! Matha Funk Trio & Robbie live@Traffic

Venerdì 8 luglio al Traffic Live, per la seconda volta, ho sentito suonare il Matha Funk Trio. Come spiegano loro stessi sulla loro pagina Facebook, “non è da tutti essere in quattro in un trio”. Infatti, questa è la prima cosa che salta agli occhi: il Matha Funk, sebbene si definiscano un trio, sono quattro: Riccardo Rigillo alla chitarra, Livio Andronico al basso, Matteo Bultrini alla batteria e Roberto Ciliberto alla voce.
Posso fare una recensione completa su di loro nonostante al Traffic non ci fosse una buona acustica proprio perché li avevo già sentiti mesi fa all’ex Alien.
Una breve scaletta di sole cover basta al Matha Funk per imporre subito la sua bravura. Spiccano non tanto i tecnicismi – con tutto che ognuno di loro sa ben adoperare i loro strumenti -, piuttosto la musicalità e il groove generale dei pezzi. Un gruppo funky. Finalmente un gruppo funky. Non funky con influenze da altri generi, non funk ma un po’ soul, non funk ma un po’ afro, solo funk. Le cover che scelgono o fanno già parte del genere o ci si prestano a meraviglia – come ad esempio Come Together dei Beatles (fatta e rifatta, va bene), diventa un funky veramente apprezzabile. La formazione non vuole eccedere, semplice, secca: basso e batteria (basterebbero per fare questo genere), precisi, belli, adatti, chitarra elettrica (ed acustica, in molti pezzi della serata al Traffic) con abuso – non in senso negativo però – del Wah Wah, e – infine – il cantante, che fa il suo, con qualità ed energia. Ecco, il termine adatto per definire il Matha Funk Trio è proprio questo: energia. L’energia della loro musica, completata dalla presenza scenica a mio parere ottima: i musicisti suonano divertiti, tranquilli, senza forzare la scena, potrebbero essere in prova, ed è proprio questa naturalezza che, legata alla loro musica, rende tutto molto coinvolgente e piacevole.
Dal Matha Funk ci aspettiamo sempre meno cover e sempre più pezzi originali – come ad esempio lo strumentale Zoology che, ahimè, al Traffic non hanno suonato – per il resto, promossi a pienissimi voti per originalità, capacità e presenza scenica.
F.B.

I video della serata: 12

MATHA FUNK TRIO & ROBBIE
Facebook
Youtube
MySpace

ARTICOLI CORRELATI
Traffic Live: punti di vista

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *