Motta live@Quirinetta 16/04/2016

Francesco Motta è arrivato al Quirinetta di Roma col suo tour di promozione de “La Fine dei Vent’Anni”, suo primo capolavoro

Sabato scorso, in occasione del Roma Folk Fest, quasi tutta Cheap Sound è andata a rendere omaggio ad un cantautore che, a mio avviso, ha scritto un disco meraviglioso che verrà sicuramente ricordato negli anni a venire. Motta ha portato al QuirinettaLa Fine dei Vent’Anni“, e fortunatamente tocca a me parlarvi del live.

Che dire? Tutto e niente. E’ stato un concerto meraviglioso, lo si è letto sulle facce delle persone che guardavano il palco sorridendo. Un live energico, sporco ma pulito, caratterizzato da dinamiche e professionalità che raramente (estremamente raramente) si trovano in giro oggi. Ma, d’altronde, è dai tempi dei Criminal Jokers che Motta ci abitua bene. Dicevo; una distesa di facce sorridenti e occhi fissi al palco. Credo sia la più bella testimonianza e prova della riuscita di un concerto. Sul palco, intanto, un Motta chiaramente emozionato, carico e carismatico ha portato avanti più di un’ora di show alternandosi tra chitarra, basso, percussioni (come usava fare con i C.J.), ed ottima, inconfondibile voce. Tutto bellissimo, davvero. La scaletta, i pezzi, il suono, l’intenzione, l’attitudine, la passione palpabile.

Grazie Francesco, grazie a tutti i ragazzi che ti accompagnano, perchè ci avete regalato un disco splendido ed un sabato sera che vorremmo si ripetesse molto più frequentemente. E grazie anche per aver riportato i pezzi dei Criminal Jokers su un palco, perchè è sempre un piacere e fa sempre bene riascoltare dal vivo brani come Bestie, Fango e Quando arriva la Bomba.

Se lo scorso 16 Aprile non siete stati tra i fortunati a partecipare al Roma Folk Fest ed in particolare al live di Motta, mi spiace molto per voi.

La nostra Elisa ha fatto delle splendide foto, speriamo che vi aiutino a capire cosa vi siete persi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *