Io sono in cerca di un Movente che ci consoli

C’è un nuovo gruppo in città. La premessa è buona: un assaggio acustico niente di più. Edoardo Matarrese ci  racconta della biblioteca in cui studia. Un evento come un altro, filtrato dai suoi occhi, cantato dalla sua voce e suonato insieme al gruppo. Al basso Michele Amoruso e alla batteria Marco Guarany.
Il cantante-chitarrista ha una relazione a distanza col resto del gruppo. A Milano scrive. A Roma il trio arrangia i pezzi. Il loro è un Rock cantautoriale. Il punto di forza i testi. Ogni componente suona al servizio della canzone, niente virtuosismi mitomani. Solo validi musicisti che accompagnano testi forti ma semplici.
Tutte informazioni ottenute grazie a Edoardo che, incontrato in un bar a Londra, mi ha permesso di fargli qualche domanda sul misterioso “Il Movente” che ossessiona le pagine di facebook. Parlando e leggendo i suoi testi è facile evincere che le tematiche toccate sono varie. Come la città, introdotta dalla descrizione di colei “che ci dà  da vivere e ci condanna” e   il rapporto di amore-odio che ne scaturisce. “viviamo qua e ci sposiamo qua nasciamo qua per poi morire qua le stesse facce che non cambian con l’età”. 
Storie come quella di un marito che stacca la spina alla moglie in coma vegetativo e si suicida, non parlandone esplicitamente ma raccontandola soggettivamente. Senza svendere pietà.  Queste solo alcune anticipazioni  di un ep che verrà registrato i primi di Settembre.
Aspettiamo con ansia. Curiosi di sapere se siano riusciti a  mantenere i buoni propositi. Sperando che non tradiscano le valide premesse.
Sarà o non sarà il gruppo che stavamo aspettando?
E.C.

IL MOVENTE
Facebook
Youtube

No Comments

  • Mica c’è scritto che sono i più fighi del Mondo, semplicemente che le premesse sono buone…vedremo! Magari fanno un buco nell’acqua incredibile, o magari no!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *