Nada & A Toys Orchestra @Villa Ada incontra il Mondo 26/07/2016

nada

L’Amore devi seguirlo: è questo il titolo del nuovo album con cui la signora Nada Malanima è tornata nella scena musicale. Per promuoverlo ha iniziato un tour che l’ha portata in diverse città italiane e, per la data di Roma, l’abbiamo vista calcare il palco di Villa Ada incontra il Mondo, nella serata del 26 luglio.

Come già avvenuto in passato (in cui la scelta era ricaduta su Zen Circus e Criminal Jokers) la cantautrice ha scelto di farsi accompagnare, nei suoi live, da una formazione musicale già consolidata. E così mi sono ritrovata a vederla cantare sulle note ruggenti della A Toys Orchestra. Dal mio punto di vista il connubbio è stato azzecattissimo! La voce a tratti pungente e a tratti romantica e morbida di Nada si sposava alla perfezione con il sound rock e la ritmica decisa della ATO.

Il concerto ha preso il via con canzoni tratte proprio dal suo ultimo lavoro, tra queste la più toccante, anche per tematica, è stata “La canzone dell’amore”. Questa infatti ha visto la luce dopo che la stessa Nada è stata invitata da un’associazione di volontariato, a trascorrere del tempo con dei ragazzi mentalmente disabili, cercando di farli divertire con la musica.

«L’amore devi seguirlo,
dove ti porta.
è un giardino pieno di fiori.»

Un altro brano che mi ha lasciato un forte impatto emotivo è stato “All’aria aperta”, ciò che più mi ha colpito è stata l’interpretazione di Nada, il sentimento e la passione con cui l’ha intonato:

«Troverò troverò il coraggio, lo troverò e prima o poi sfonderò questo muro e sparirò. libera l’anima mia libera l’anima mia libera l’anima mia, libera la pazzia».

Piano piano il live ha preso sempre più calore e la nostra Nada ha cominciato sempre più a sciogliersi in movenze psichedeliche, giocando con i propri capelli ed esaltando il pubblico. Ogni volta che assisto ad un concerto degli artisti più maturi, rimango quasi sempre piacevolmente sorpresa nel constatare quanta energia abbiano ancora da vendere, quanto abbiano voglia di divertirsi ma soprattutto di divertire. Nada era euforica, era energica e dolcemente affettuosa con il pubblico, come fosse stato il primo concerto della sua vita. E la gioia che provava nell’essere lì con tutti noi la si percepiva ad ogni sorriso che ci rivolgeva.Ma ammetto che a quanto energia ed estasi, la ATO le teneva il passo senza la minima difficoltà. Ovviamente la climax del live c’è stato con “Ma che freddo fa” e “Amore disperato”, suonate insieme, una dietro l’altra.

Lì il pubblico, me compresa, è completamente esploso, molti di coloro che erano seduti si sono alzati per ballare, scatenarsi e cantare con Nada i suoi due più grandi successi. Tra una canzone e l’altra, il concerto è scivolato, senza neanche rendercene conto, verso la fine, siglata dal classico bis che termina con “Senza un perché”. Il modo in cui Nada ci ha salutati per congedarsi è stato tanto tenero quanto sincero: ha avvicinato le mani alla bocca e ha urlato “io vi amo!!”. E in effetti, come si potrebbe non ricambiarla?

Setlist:

La bestia

La canzone dell’amore

Aprite le città

Una pioggia di sale

Non capisci più

Ballata triste

All’aria aperta

Guardami negli occhi

Tutto l’amore che mi manca

Occupo poco spazio

La terrorista

Celentano

Ma che freddo fa

Amore disperato

Luna in piena

Inganno

L’amore è fortissimo e…

Senza un perché

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *