Notti di Fuoco in arrivo nel primo video di Emme-H x MDM

emme-h

Breve storia di un incontro tra un amante del blues in un’epoca ormai lontana ed un gruppo di rapper e producer della periferia romana.

In molti casi, l’amore per la musica nasce in età adolescenziale, quando si è arrabbiati, dotati di un’ingenua arroganza e, generalmente, non si capisce un bel niente. Con la voglia di rovesciare l’establishment ed unirmi alla revolution, mi sono avvicinato a Beatles, Rolling Stones, Zeppelin e via dicendo. Il rock, la musica di negazione, voce e chitarra ad alto volume per esprimere la libertà innata dell’animo umano. Il problema è che il ’68 è finito da un pezzo, e del rock come fenomeno sociale contro lo status quo non rimane più nulla se non qualche giacca di pelle e il ricordo di Lou Reed.

Negli anni, sono stato costretto a cercare altrove suoni che mi ricordassero l’importanza della musica come strumento di rivalsa sociale, e l’ingiustizia di essere giovani in un mondo sempre più vecchio.

A Tribe Called Quest, Public Enemy, Wu-Tang Clan, Jay-Z e più recentemente Kendrick Lamar. Qui inizia, e più o meno finisce, la mia conoscenza del rap (o hip-hop, o trap, non mi interessa): è abbastanza per capire come il genere sia esploso diventando lo standard per la manifestazione del dissenso.

Qui entrano in gioco Emme-H (Andrea Panetta), MDM (Mattia de Masi) e le loro “Notti di Fuoco”. I testi sono graffianti e di una maturità sconcertante per dei ragazzi così giovani, i beat degni dei migliori producer in circolazione. Questi ragazzi hanno il fuoco dentro, una sintesi di quello che ho provato a spiegare nel resto dell’articolo.

Emme-H aka Trap Prince, è un classe ’96. Si definisce come la “Die Brucke” del rap italiano: il movimento tedesco Die Brucke (“Il Ponte”) fungeva da tramite fra due differenti correnti artistiche ad inizio ‘900. Cosi l’artista si definisce riferendosi al rap e alla trap, la nuova corrente musicale di tendenza in Italia. Assieme ad MDM ha giá rilasciato diversi singoli, in attesa di pubblicare il 1º disco ufficiale nel 2019.

Il video, girato da Pierluigi Pascucci, uscirà il 25 marzo, ma noi della redazione non vedevamo l’ora di farvi vedere una piccola anteprima…

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.