Outdoor 2018 | La nuova edizione è alle porte con tantissime novità

Cambio di stagione, cambio di location: ma la missione rimane la stessa. Dal 14 aprile al 12 maggio torna l’appuntamento con Outdoor, il festival della cultura metropolitana

Dopo il successo degli scorse edizioni, torna anche quest’anno il consueto appuntamento con Outdoor Festival. Ospitato negli spazi dell’Ex Mattatoio di Testaccio, anche stavolta l’appuntamento con il Festival della cultura metropolitana regalerà alla città di Roma una serie di imperdibili appuntamenti.

Ideata e diretta dall’agenzia creativa Nufactory, la manifestazione promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale in collaborazione con l’Azienda Speciale Palaexpo e con il patrocinio della Regione Lazio sarà interamente dedicata all’ “Heritage”.

Cosa rappresenta il patrimonio oggi?
Quali culture sono oggi considerate come patrimonio nella nostra società?
Quale patrimonio stiamo oggi costruendo e quale trasmetteremo alle generazioni future?

A partire da queste domande la manifestazione indagherà la cultura popolare di oggi, tra influenze internazionali, mass media e social network attraverso lo sviluppo di varie sezioni: dall’arte alla musica fino alla televisione a cui si aggiungeranno le aree dedicate alle conferenze e al mercato dei maker contemporanei.

Come d’abitudine, sarà dato ampio spazio all’arte attraverso 4 percorsi tutti da scoprire.

outdoor fest

Ma la grande novità è la musica, quest’anno più carica che mai, ospitando durante questo mese una line-up ispirata alle tendenze e sonorità che hanno segnato le ultime generazioni: dalla techno alla house, dalla disco all’hip hop fino alla trap.

All’interno del Mattatoio sarà inoltre allestito un temporary club all’interno del quale musica e visual si fonderanno insieme per offrire al pubblico una nuova esperienza di live.

Sempre parlando di nuove iniziative, il  Festival ospiterà lo studio mobile di registrazione di Red Bull Music, centro di produzione di contenuti inediti e collaborazioni tra musicisti di vari generi. L’idea alla base è quella di raccontare le realtà musicali romane più interessanti con l’obiettivo di creare nuovi progetti quali sessioni di registrazione, format audiovisivi, performance dal vivo, workshop, lecture e interviste. Tra gli artisti coinvolti incontreremo nomi noti quali Giorgio Poi, Cosmo, Achille Lauro, Frenetik &Orang3, Serena Brancale, CRLN, Mèsa, Francesca Lombardo e Anja Schneider.

Si parte quindi sabato 14 con il ritorno in Italia, dopo 8 anni, del duo berlinese Booka Shade, patrimonio della musica elettronica europea

Il nostro consiglio è quello di non mancare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.