5 emergenti della scena trap romana scelti insieme a Matteo Corradini

trap romana

“Stasera dove andiamo a trappà”? Abbiamo provato a dare una risposta a questa domanda organizzando una serata a tema al Pierrot Le Fou, perchè da un pò di tempo a Roma qualcosa è cambiato. Per capire meglio cosa sta succedendo, oggi vi lasciamo ai consigli di Matteo Corradini e Luca Quartarone.

Il venerdì e il sabato sera andare a ascoltare un cantautore al Monk o chiudersi in un club a ballare fino all’alba non sono più le uniche cose da fare, vogliamo andare a trappare. Se molti club romani, abituati a serate di tutt’altro genere, ogni weekend dedicano una sera a un evento trap un motivo ci sarà.

Entro nel locale non più solamente perché ho voglia di ballare, bere, rimorchiare o perché sono il più hype dentro al G.R.A., ma soprattutto perché  in queste serate, oltre al solito dj-set, trovano spazio i live di artisti emergenti della scena che ho sentito e risentito su Youtube e Spotify fino a bruciarmi il cervello e che voglio dunque testare dal vivo.

Di seguito trovate i 5 emergenti della scena trap romana scelti insieme a Matteo Corradini. Andarli a sentire vuol dire saltare per un’ora con altre duecento persone, cosa che la scena Rock/Punk oggi non sempre riesce a fare perché, che vi piaccia o no, le vere Rockstar oggi sono loro.

Wing klan

Matteo: A livello di sonorità forse i più interessanti: li ho scoperti grazie a “Era digitale”, un pezzo incredibile che trae sicuramente giovamento dalla strumentale dritta dritta di un disco di Kanye West. Suonano raramente dal vivo ma quando lo fanno spaccano. Aspettiamo con ansia un mixtape che sia all’altezza delle aspettative.

Luca: Quando ho ascoltato “Microsoft” per la prima volta sono stato tutta la sera a cantare quelle strofe mandando in esaurimento chi mi stava intorno. I due ragazzi romani alternano brani ridondanti che ti danno alla testa ad altri che per quanto complessi non riesci nemmeno a seguire. Quando tra una strofa e l’altra buttano in mezzo nomi di sportivi mi fanno gasare.

Best Track: “Microsoft
Best Line: “A mio figlio non dò un euro Microsoft

Tauro Boys + Tuttifenomeni

Matteo:  I più estrosi in termini di metriche e di influenze estere, hanno cacciato da poco un tape pazzesco che gli è valso l’apertura per artisti del calibro di Ketama126. In più non credo che farei un torto a nessuno se dovessi definire Tuttifenomeni il PopX della scena trap romana.

Luca: Per molti aspetti sono simili agli amici di Wing Klan, l’uscita del tape (una bomba) gli ha dato una bella spinta verso l’alto. Sono gli unici che ad oggi riescono a mettere strofe in inglese in mezzo ai testi senza infastidirmi come in Xelisa.

Best Track: “Pinguini
Best Line: “Sei così bella, così bella che divento etero“.

Sxrrxwland

Matteo:  La commistione emo-trap è qualcosa che nel resto del mondo viene sperimentata praticamente da anni, con delle punte di diamante che portano i nomi di Yung Lean e del compianto Lil Peep. Qui non rimaniamo sicuramente con le mani in mano. Per ora sono disponibili solo tre pezzi, ma “Pillole” ha le carte per diventare una hit gigantesca. Aspettiamo un tape al più presto.

Luca: Con Sxrrxwland mi sono trovato davanti a qualcosa di totalmente nuovo in italia; parlare della sola influenza emocore è fin troppo limitativo per provare a descrivere un progetto artistico che va anche oltre la musica. Aspetto un tape che speriamo esca a breve, i tre pezzi disponibili ad oggi sono già tre mine.

Best Track: “Pillole
Best Line: “Chiamami Abramo per quanto ho sacrificato

Pippo Sowlo

Matteo: Il lol rap non risparmia neanche la trap. Pippo Sowlo gioca sui trend del momento tirando fuori parodie e pezzi originali al limite della decenza morale. Per fare il troll lui rischia di venire ammazzato, noi ce lo ascoltiamo e speriamo che nessuno lo faccia davvero esplodere in metro come ritorsione al suo pezzo più famoso “BVTVCLVN”.

Luca: Per ascoltarlo e apprezzarlo devi lasciare a casa qualsiasi vena morale che hai sennò dopo i primi 30 secondi lo levi. In realtà penso che basti solamente capire il personaggio e prendere i temi tratti con la giusta ironia per capire il genio di Pippo. Alla prossima trollata.

Best Track: “BVTVCLVN
Best Line: “Tommaso Paradiso guardati le spalle”.

Quentin40

Matteo: Emergente un cavolo, il ragazzo vanta già un singolo/remix con Achille Lauro e Gemitaiz. Viene da Roma ma si ispira fortemente al rap francese specie per quanto riguarda la troncatura delle parole sulla sillaba accentata. Anche se giovanissimo è già tecnicamente spaventoso e può vantare anche del supporto del compare Puritano che spesso rappa nei suoi pezzi ma che è stato (forse un po’ ingiustamente) messo in disparte nel remix di Thoiry di cui parlavamo sopra.

Luca: Si vede che ci mancava il quinto nome dai…di emergente in lui c’è rimasto poco e nulla, lo dicono i numeri ma prima ancora il talento che ha. La prima volta che ho ascoltato un suo pezzo e ho sentito lo stile con la troncatura dell’ultima sillaba ci ho messo un po’ a capirlo, sono sincero, ma alla fine mi ha convinto e se non l’ha già fatto lo farà pure con voi.

Best Track: “Luna piè
Best Line “Tipo quel tipo di tipo che è il tipo di tipo da tipa del tipo.”

Per gli amanti del genere, il consiglio è la serata YellowCloud il prossimo venerdì al Quirinetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.