Primo maggio 2018 | Un’analisi puntuale di ciò che sarà

Ed eccoci qui, a meno di 20 giorni dall’evento del Concertone del 1 Maggio. Cosa aspettarsi?

L’evento, promosso da CGIL, CISL e UIL e organizzato da iCompany, ha deciso di spalancare gli occhi su quella scena italiana non proprio conosciuta dal grande pubblico. La lista dei primi nomi profuma di un grande coraggio e una voglia di cambiamento. Un vento fresco, quello che verrà soffiato sul volto degli artisti e del pubblico. Possiamo dire di trovarci di fronte a nomi che, per alcuni di noi, significano veramente tanto e che sicuramente verranno apprezzati anche dagli ignari di cotanta bellezza.
La line up parte subito con l’ospite internazionale: FATBOY SLIM.
Esatto! Il re del big beat sarà sul palco come ospite internazionale della serata, facendo diventare il Concertone più dinamico e coinvolgente. Anche l’anno scorso, con gli Editors e Bombino, è stata fatta una scelta moderna ed elegante, dimostrando al pubblico che volere è potere. Sono passati ben vent’anni da You’ve Come a Long Way, Baby, ma sembra ancora ieri di sentirlo in radio.

Con i CALIBRO 35, permettetemi di dire: “che ficata!”. Finalmente possiamo sfoggiare un gruppo italiano strumentale di qualità eccelsa. Con i loro pezzi, la gente si ritroverà nel mezzo di una sparatoria in un film poliziesco anni ’70, dove le uniche pallottole sparate, saranno note e colpi di batteria. Un tappeto rosso steso davanti, come “Decade”, permetterà loro di salire sul quel palco dimostrando che la musica, a volte, non ha bisogno di parole ma di fatti.

“Mi serve un leader d’opinione che mi dia un’indicazione: sono più rap o più indie, cazzone?”
Sono le parole di WILLIE PEYOTE.
Torino c’è e si sente! Con il suo ultimo lavoro, Sindrome di Tôret, ha coniugato mondi diversi, raccogliendo ciò che aveva seminato con la pubblicazione dell’album: numerosi sold out in giro per lo stivale. Fiero dei suoi album precedenti. Fiero di leggere il suo nome. Fiero di trovarmelo davanti sul palco.

Fiero, come anche leggere nomi del tipo THE ZEN CIRCUS. Quando uscì Andate Tutti Affanculo molti erano nel pieno dell’adolescenza e ora dopo quasi 9 anni, dopo Nati per Subire, Canzoni Contro la Natura e La Terza guerra Mondiale, l’ultimo album Il fuoco in una stanza. Estremamente intimo e toccante, ha fatto risvegliare nelle persone emozioni diverse ma con la stessa quantità di energia che il gruppo ha sempre somministrato al pubblico.
In tantissimi ci siamo ritrovati nei loro testi, sovrapponendo le loro sofferenze e le loro gioie alle nostre, e viceversa. Molti, il giorno del Concertone, aspetteranno con ansia Appino, Ufo, Qqru e il Maestro Pellegrini aprire le gabbie per far volare libere le loro tracce.

Libertà che ci trasmette anche WRONGONYOU. Fresco del suo primo album Rebirth, Marco Zitelli, sarà sul palco. Sarà bellissimo vederlo lì, con la sua voce imponente che attraverserà la folla come un fiume in piena e nel contempo arpeggiare la chitarra come solo un soffio di vento può fare. Preparatevi ad un uragano di emozioni: i più fragili verranno risucchiati.

La scena indie, presente nella line up, avrà un tocco femminile con MARIA ANTONIETTA.
Deluderti, il suo ultimo gioiello appena uscito, mette in risalto una Maria Antonietta riflessiva, più che nei primi dischi. Pensieri, dubbi e chiarimenti hanno trovato una forma proprio in quest’album che la porterà a cavalcare con classe, il palco del Primo Maggio. La dolcezza delle sue parole e della sua voce non ci deluderanno. Ottimo lavoro Letizia e grazie per aver voluto condividere con noi una parte di te.

Il bresciano, Francesco Servidei in arte FRAH QUINTALE, sarà anche lui lì quel giorno.
Dopo l’avventura chiamata “Fratelli Quintale”, decide di camminare da solo ed affrontare un percorso musicale con coordinate differenti raccogliendo successo per tutte le date del tour. Feedback positivo per Regardez Moi che con la sua scrittura e la sua musica, è riuscito a catturare molti di noi facendoci cantare senza pensare.
Buona fortuna Frah! Sono sicuro che il tuo testone non ti farà sbilanciare, trovando l’equilibrio giusto con i nostri di testoni che si muoveranno incessanti.

Passando ad una dimensione ancora più elettronica, il Concertone sguinzaglierà COSMO.
La sua è una chimica che funziona: dance, pop, electro e cantautorato. Ingredienti apparentemente distanti tra loro, ma che se usati da mani sapienti possono dare origine a lavori come Cosmotronic. Raccontando la sua verità ha ricevuto un eccellente riscontro con il pubblico il quale lo ha supportato seguendolo anche nel suo tour estero. Ci regalerà sicuramente un bel momento nella cornice del Primo Maggio, incuriosendo quelli che non lo hanno mai sentito o sentito poco.

NITRO? Sì, ci sarà! Finalmente del sano rap proveniente dalla casa Machete.
Nitro, Wilson, Phil de Payne, o come preferite chiamarlo, atterrerà sul palco costringendo le persone a coprirsi gli occhi per la tanta polvere alzata.
Il suo hardcore hip hop trova una nuova forma in No Comment, album uscito quest’anno, risultando tagliente e che non gira troppo intorno alle cose ma va dritto al punto, colpendolo ed affondandolo. Una scossa inaspettata che ci voleva decisamente.

Nella line up troviamo anche GALEFFIe CANOVA, entrambi di Maciste Dischi ed entrambi con due ottimi lavori come, rispettivamente, Scudetto e Avete ragione tutti che ha permesso loro di intraprendere tour di tutto rispetto, in giro per l’Italia e fuori.

Ci saranno anche capisaldi come Max Gazzè e Carmen Consoli, entrambi bassisti ed entrambi professionali ed eleganti. Calpesteranno il palco del Primo Maggio con la leggerezza e la poesia che li distingue. Le Vibrazioni torneranno insieme, con un nuovo album dal titolo “V”, dopo una pausa durata circa 5 anni.
Anche l’autore del brano Stiamo tutti Bene, MIRKOEILCANE, ha firmato la sua presenza al Concertone. Vincitore del Premio della Critica Mia Martini e classificatosi al secondo posto tra le nuove proposte di Sanremo, si farà spazio umilmente e con carisma tra gli altri nomi presenti nella lista.
Ci sarà anche un duo molto interessante che è quello di DARDUST, compositore e produttore discografico, e JOAN THIELE, cantautrice italiana.
SFERA EBBASTA porterà sul palco quella trap frizzantina che anima i più giovani. Il suo ultimo lavoro, Rockstar, ha raccolto più di 35 milioni di ascolti su Spotify.

Bella mossa, mio caro Primo Maggio.

Ci sono ancora dei nomi da svelare che usciranno nei prossimi giorni ma per ora possiamo dire che abbiamo tra le mani una line up che brilla.

Ripeto: Bella mossa, mio caro Primo Maggio…bella mossa!

Per maggiori informazioni www.primomaggio.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *