The King Of Limbs: il nuovo lavoro dei Radiohead

Quattro anni dopo l’ultimo disco sono tornati i Radiohead assolutamente a sorpresa. E’ successo tutto in pochi giorni: dall’annuncio dell’album alla sua pubblicazione prima negli store multimediali, poi nei negozi di dischi. Un lancio geniale che ha indispettito fan accaniti e media privi di “indiscrezioni” sul nuovo a lavoro di Yorke e compagni.
Album tanto rapido e diretto, quanto in realtà complesso e ricercato, The King of Limbs risulta essere l’album più omogeneo dei Radiohead dal 2000 ad oggi; sembra essere il risultato di una ricerca nell’ambito dell’elettronica partita proprio con l’album di quell’anno: Kid A. La band inglese ha finalmente trovato il giusto modo di adattare il suo sound ai suoni elettronici e dopo di ricerca nell’ambito del noise, hanno cominciato a togliere, anziché aggiungere, i suoni, riducendo tutto all’essenziale. Il risultato è un album elettronico, fra l’ambient e il trip hop, forse troppo minimalista, che rende ogni suono – voce compresa – unico e indecifrabile. Nulla spicca, e ciò rende tutto eccessivamente piatto ed omogeneo, tanto che dalla prima all’ultima traccia potrebbe trattarsi della stessa canzone.
Sebbene il progetto possa essere interessante ed anche ben riuscito, è poco fruibile. Nessuna canzone rimane particolarmente impressa, sono tutte inutilmente complesse all’ascolto, quando invece il sound è tutto il contrario. Nè il brano di lancio Lotus Flower ne alcuno degli altri sei brani ha il mordente necessario per essere “manifesto” di un disco che potrebbe essere, proprio per questo, sottovalutato.
Un pregio di quest’album è sicuramente la compattezza e la ricercatezza del suono, caratteristiche che trovano l’apice in Codex, forse il brano migliore dell’album intero. Il difetto è sicuramente l’eccesso di superbia di un gruppo che, di fatto, ha rilasciato un EP più che un album completo nell’arco di quattro anni, una mezz’ora scarsa di musica senza . Il tempo giudicherà questo disco ma per ora rimane soltanto il risultato di una ricerca, e, forse, la conferma che nella musica è più importante il percorso che la meta…
F.B.

Titolo: The King of Limbs
Autore:
Radiohead
Etichetta:
Ticker Tape, XL, TBD, Hostess Entertainment

TRACKLIST
1 – Bloom
2 – Morning Mr. Magpie
3 – Little by Little
4 – Feral
5 – Lotus Flower
6 – Codex
7 – Give Up the Ghost
8 – Separator

RADIOHEAD
Sito Ufficiale
Facebook
MySpace
Twitter
Youtube

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *