Un’intervista ai Rekkiabilly carica di novità

Eccoci qua, cari Rekkiabilly, noi di Cheap Sound non ci potevamo fermare alla prima recensione e appena abbiamo sentito odore di novita ci siamo fiondati per scoprire ogni singolo particolare.
Dalla Puglia state cercando di conquistare l’Italia intera con il vostro Rockabilly. Prima di parlare delle novità ci teniamo a sapere come sta andando la promozione di Banana Split.
Ciao a voi e grazie per l’ospitalità su Cheap Sound! Banana Split va benone, se ne mangiano tante tra concerti e richieste online, è il disco che ci sta dando appunto la possibilità di farci conoscere sul territorio italiano meglio di ogni altra nostra pubblicazione.
CHEAPSOUND: Anche voi siete finiti su Musicraiser, la piattaforma online di crowdfounding che permette di iniziare gratuitamente una campagna promozionale. Le offerte sono tante e diverse, si parte da un semplice download e si arriva ad un concerto privato con vinile personalizzato, Banana Split, T-shirt, spille adesive e oltre tutto anche il download gratuito di Tipi da spiaggia! Vi siete veramente sbizzariti! State offrendo anche l’anima e avete deciso di farlo su Musicraiser, perchè proprio questo sito?
REKKIABILLY: Noi ci siamo affacciati al mondo del crowd-funding attraverso alcune piattaforme americane, contribuendo alle campagne di gruppi che amiamo e abbiamo supportato con piacere. L’iniziativa ci è piaciuta e abbiamo cominciato a fare un pò di ricerche sui siti di crowd-fundig in Italia e abbiamo subito trovato MUSICRAISER. E’ stato poi un piacere scoprire che tra gli oranizzatori del sito c’è Giovanni dei Marta sui tubi, con i quali abbiamo avuto il piacere di condividere il palco ben due volte.
E così abbiamo attivato la campagna pochi giorni fa, e ora stiamo facendo del nostro meglio per raggiungere l’obiettivo.
rekkia
CS: Credete che una campagna di questo tipo riesca a creare un’empatia con I fan facendoli sentire parte del vostro progetto?
RB: Assolutamente si, infatti in questi giorni si è creato un bel fermento tra facebook e mail. Gente che ci chiede come funziona, quelli che hanno contribuito che ci fanno l’in bocca al lupo e condividono l’iniziativa e l’evento sulle loro pagine o quelle degli amici. Quindi si, è proprio piacevole vedere questo fermento, e augurandoci che superi il 100%
Stiamo lavorando sul progetto grafico, le offerte presenti, e altre che abbiamo intenzione di aggiungere durante la campagna.
CS: Perchè nell’era del digitale, nell’era della crisi della discografia, nell’era del download. I Rekkiabilly hanno deciso di offrire ai loro fan la possibilità di avere un vinile personalizzato? Perchè proprio il vinile?
RB: Perchè è bello innanzitutto, ha una qualità diversa dal digitale, e perchè avendo due brani da pubblicare ci è sembrato il supporto migliore, considerando anche il suo attuale revival.
Tra le ricompense che abbiamo messo sulla campagna di Musicraiser c’è anche il vinile personalizzato, un’idea che ci è venuta proprio per offrire a chi ci supporterà, qualcosa di davvero unico, più di un autografo.
Tutto ciò è realizzabile grazie all’abilità del nostro amico e batterista dei Folkabbestia, Nicola De Liso che realizzerà con dei disegni davvero simpatici la grafica del disco, e a chi si aggiudica il Vinile Speciale, chiederemo una foto-tessera e Nicola provvederà a “caricaturarlo” nel nostro disegno.
E poi tante altre ricompense tra cui il mitico mangiadischi arancione! anche quello personalizzato e con una copia di “Tipi da spiaggia” pronta da far girare!
CS: Avete scelto due brani per il 45 giri: sul lato A c’e’ il singolo “Tipi da spiaggia” e sul lato B “Calypsicosi”. Questi due brani dal nome esotico rievocano indubbiamente l’estate. Qual e stato il motivo che vi ha portato a scegliere queste due tracce? Sperate forse di diventare il nuovo tormentone estivo?
RB: Sarebbe davvero carino, ce lo auguriamo!
L’idea dei tipi da spiaggia ci è venuta facendo un po’ di prove col testo dell’ultimo brano che stavamo arrangiando, e considerando che aveva un tiro “Surf” è stato facile fare il collegamento.
Il pezzo è ironico e sembra un rock’n’roll suonato da Gene Vincent, con Checco Zalone alla voce, ma vogliamo farvelo ascoltare e sapere il vostro parere!
CS: Fare I musicisti sta diventando sempre più un lusso ma I Rekkiabilly hanno anche la fortuna di essere supportati dalla collaborazione di Protosound Records e RockGarage. Credete che la potenza del vostro progetto riesca a ritagliarsi un importante spazio nel modo musicale italiano?
RB: A dire il vero, in questi anni di gavetta abbiamo girato in lungo e in largo l’Italia e pezzi di Europa, ma grazie alle nostre forze, quelle dei gruppi che ci supportano e supportiamo e da qualche anno grazie all’aiuto di Protosound.
Per ritagliarci un importante spazio nel mondo musicale italiano, crediamo ci voglia perseveranza e impegno scrivendo brani sempre più belli, a cui la gente possa affezionarsi e cercare di eccellere sempre di più sul palco.
Il nostro è un progetto abbastanza originale direi, e siamo fiduciosi del fatto di poter essere premiati dal pubblico per questo…magari con questo vinile!
CS: Per concludere, avremo il modo di sentirvi presto a Roma? 
RB: Pare proprio di si, perchè l’ultima volta che siamo stati ospiti dell’Arciliuto, col il Maestro Bassignano, a fine serata abbiamo finito i bigliettini da visita! Quindi speriamo presto, a meno che non servivano per fare i filtri 🙂
rekkiEC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *