Siren Festival | Nuova Ondata di Nomi

unnamed-2

Il Siren Festival ci travolge con una nuova ondata di grandi nomi

Arrivato il nuovo annuncio rivelatore dei protagonisti della IV edizione del Festival più atteso dell’estate del centro Italia.

Dopo i primi sei grandi nomi di qualche tempo fa (per ripassare clicca qui) cerchiamo di scoprire chi saranno gli ospiti che si esibiranno sui palchi della splendida cittadina di Vasto.

 CABARET VOLTAIRE • CARL BRAVE X FRANCO126

GHALI • GOSTPOET • JENNY HVAL • NOGA EREZ

Cabaret Voltaire: Progetto di culto fondato da Richard H. Kirk nel 1973 assieme a Stephen Mallinder e Chris Watson, attivissimo fino a metà anni ’90 e ora tornato al centro della multiforme attività di Kirk, i Cabaret Voltaire sono una band fondamentale che ha avuto un’enorme influenza nella musica degli ultimi decenni, con album come “Mix-Up”, “Three Mantras”, “Red Mecca” che sono autentiche pietre miliari.

Carl Brave x Franco126: Freschi di doppio Sold Out nella Capitale, irrompono nella scena con “Polaroid”, la raccolta di 10 istantanee che fermano il frammento di una storia, un attimo che non tornerà mai più uguale a sè stesso, e proprio per questo fragile ed irripetibile. Sullo sfondo c’è sempre Roma, a “scattare” però non c’è una macchina fotografica, ma lo sguardo sincero di Carl Brave e Franco126, prima amici che musicisti, prima per strada che in studio. Nelle loro canzoni la città eterna esce dalla solita retorica in cui è intrappolata nell’immaginario collettivo, per vestire i panni di una metropoli contemporanea, cosmopolita, carica di contraddizioni e per questo ancor più poetica.

Ghostpoet: Poeta urbano, Obaro Ejimiwe aka Ghostpoet, è nato a Coventry, ma è a Londra che ha trovato la propria dimora ideale. Accento afro-cockney, metriche irregolari, storie di strada. Ma anche apnee elettroniche, beat glaciali e penombre fumose ed intense.

Jenny Hval: Artista norvegese ha dato da poco vita, grazie alla collaborazione con il produttore norvegese Lasse Marhaug, ad un gioiello di avanguardia elettronica, folk sperimentale, beat e droni glaciali. I dieci capitoli di ‘Blood Bitch’, questo è il titolo dell’album, recitano storie sanguinarie, legate a realtà, fantasia e fiction cinematografica. Un concept legato al ruolo del sangue nella società moderna e passata.

Noga Erez: Giovanisima artista israeliana di Tel Aviv arriva al Siren per presentare l’attesissimo album di debutto Off The Radar che sarà pubblicato all’inizio di giugno da City Slang.
Nata nel 1990, alla vigilia dello scoppio della Guerra del Golfo, Noga Erez è un’artista fortemente politicizzata; questo elemento si traduce nel disco in un immaginario iper-realista  che riflette spesso su temi come la violenza e i mass media e l’attualità. 
Insomma, tutti nuovi buoni motivi per acquistare al più presto gli abbonamenti!
 
Qui di seguito tutte le info necessarie:
ABBONAMENTO DISPONIBILE 
60 euro + d.p. abbonamento venerdì e sabato
www.sirenfest.com

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *