Giulio Curatolo | La sorpresa post-Festival

giulio curatolo

È passato Sanremo, ma Spaghetti Unplugged non passa mai.
Tornano quindi le storie in pillole sui giovani artisti riusciti a far breccia nel cuore del team dell’open-mic domenicale. Una “giuria”che non ha nulla da invidiare a quella del Festival della Canzone Italiana.

La domenica dopo il festival c’è sempre quella strana paura.
Ma si dai, quella di sapere che la gente è sazia di musica. Che la gente vuole staccare e stare a casa a leggere un libro. Sì, un po’ di paura. La parentesi sull’ennesimo blocco del traffico la risparmio solo perché sono ad un livello di saturazione pari a quello del silus che Homer Simpson getta nel lago di Springfield. Chiaro no? Comunque, proseguiamo.

E allora anche la prima domenica di febbraio si apre alla grande. 18:30, cancelli di Marmo chiusi ma già affollati. Alle 20 già ressa al buffet. Alle 21 inizia l’open-mic. Ad un certo punto sul palco sale un ragazzo. Punk come i Blink, esteticamente IDENTICO a Bernardeschi (sì, quello della Juve) e riccio come Telespalla Bob. E con le metafore sui Simpson ho chiuso. Promesso.

Torniamo alla musica.
Giulio Curatolo: è lui il punk dalla voce graffiata che ci strega. Inizia con un brano dedicato al nonno. Bellissimo momento di pausa dalla frenesia tipica di Spaghetti Unplugged. Ci porta sopra le nuvole con la sua chitarra e la sua aria sempre felice. Nelle orecchie suona un po’ come un mix tra Fabrizio Moro e Samuele Bersani. Si, ci ha sorpreso.
Open-mic dopo open-mic, e siamo già alla guest. Alessio Bondì. Siciliano doc, artista eclettico e grande amante della sua terra. Con “Sfardo” e “Nivuro” ha girato l’Italia e l’Europa. Domenica ha impreziosito il nostro palco.

La Jam è pura storia. “Rolls Royce” (per restare in tema Sanremo), “Penso Positivo” (per affrontare il lunedì).

E poi quel “Marmo chiude”.

Triplo platino.

A domenica prossima spaghettari.

Spaghetti Unplugged torna ogni domenica dalle 19:00 sul palco del Marmo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.