Anteprima! Suntiago: La tribù dello SPOP

Suntiago SpopSporcarsi mani e piedi, cuore e cervello, cavalcando a briglie sciolte lungo le discese ardite del funk e del rock, assaporando profumi reggae e latin, per poi riposarsi all’ombra dell’ultimo sole cantautorale. Tranquilli, non è una puntata di Linea Verde, ma il tentativo di raccontare in anteprima per voi il caleidoscopio atmosferico di SPOP, primo album dei Suntiago.
Sono in quattro e suonano insieme dal 2009, dopo aver fuso due progetti già esistenti, Sundower ed Emanuele Correani. Dopo l’EP 12:34 del 2011, ora è il momento del debutto sulla lunga distanza, che verrà presentato domenica 21 aprile alla Locanda Atlantide. Meglio non arrivare impreparati, no? E se lo dicono proprio loro che “giudicare senza conoscenza vale X” (in John Bonham), allora seguimi lettore, nell’ascoltare questo disco imprevedibile. Tanto più che Seguimi è proprio la traccia di apertura, una sfuriata dove i verdenismi della pregevole voce di Giovanni Ciaffoni volteggiano in bilico su tappeti volanti elettronici e chitarre abrasive. Tutt’altro Suntiagoambiente sonoro per Nausea, swingante e che punta su un ritornello orecchiabile e ironico (“Più mi nutro di te, più vomito”). L’album prende ancora una diversa direzione con il terzo episodio, Linea sottile, sintesi mirabile di funky bianco e rock melodico, anche qui con un chorus cantabilissimo ed efficace, in puro stile “absolutely 90’s”. Dopo il cazzeggio surreale di John Bonham, lode al mitologico batterista dei Led Zeppelin, si sale di livello con la tambureggiante Africa, riuscito crossover fra tribalismo e rock, potenziale singolo che arriva e ritorna, come il protagonista del testo, direttamente dall’“utero dell’umanità”. La doppietta di pezzi-bomba la completa la successiva Viola, sensuale serenata funk scandita da fiati estivi e intonata da Ciaffoni in versione Jeff Buckley in technicolor con tanto di jam-session finale.
Chitarra wah-wah e basso slap puntellano l’ondeggiante Funk Off, meno immediata delle precedenti e che sconta una certa somiglianza con Linea sottile, disponendo però di un ritornello meno centrato. Se i Red Hot Chili Peppers fossero nati a Londra, forse avrebbero scritto un brano come L’opinione, tour de force di Nahuel Rizzoni alla batteria, fra Stewart Copeland e Chad Smith, in un brano che non riesce però a emergere dalla media. Non così L’ultima volta, che si giostra fra una strofa orientaleggiante, quasi da Litfiba primo periodo, e un arioso ritornello jeffbuckleyano, per poi lasciare spazio in coda all’assolo psichedelico di Emanuele Correani.
Dopo tanto correre, si arriva, camminando lentamente, al vertice del disco, secondo chi scrive. Spogliami, elegia intimista guidata da cori che sussurrano a più riprese il titolo e aprono la porta su una stanza dimenticata da tempo ma impeccabilmente decorata da piano e archi: la Because dei Suntiago. Attenzione, però, a sottovalutare i tre brani che restano, anche se La caccia, canzone numero undici, non fa scintille, pur impreziosita da buone liriche (“la libertà di essere proiettile di verità”) e un basso tuttofare come quello di Stefano Danese. In giù e Ogni rinuncia formano la coppia finale: la prima è l’unico numero cantautorale del lotto, in odore di Pier Cortese, mentre la seconda è la gemma conclusiva, accompagnata da percussioni e virtuosismi acustici, oltre a un’altra incisiva performance vocale.
Tredici pezzi che scorrono senza intoppi, sorretti da una vena compositiva a tratti anche troppo funambolica: mettere a fuoco compiutamente la direzione più adatta è forse l’ultimo passo che manca a una band di talento e creatività come i Suntiago. O magari a loro piace così. Nel dubbio, ascoltatevi SPOP!
Gianluca Marchionne

Autore: Suntiago
Titolo: SPOP
Etichetta: AutoprodottoSpop Suntiago

Tracklist:
1. Seguimi
2. Nausea
3. Linea Sottile
4. John Bonham
5. Africa
6. Viola
7. Funk Off
8. L’Opinione
9. L’ultima Volta
10. Spogliami
11. La Caccia
12. In Giù
13. Ogni Rinuncia

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *