Indies/oldies: Sweepers, Soli Nel Buio (2010)

Soli Nel Buio degli Sweepers è la prima di una serie di recensioni che riguardano dischi si musica indipendente romana – al solito – ma del passato recente. Fin ora ci siamo limitati sempre a parlare di album del 2011, mentre da oggi, con cadenza mensile, andremo anche un po’ indietro. L’album degli Sweepers infatti è del 2010. Il gruppo è composto da Tiziano Tarli (voci, chitarre, organi, violino e theremin) che, con tutti questi strumenti e otto pezzi su dieci scritti, è senza dubbio la mente, il frontman della band, Emanuele Sterbini (basso), Alessandro Palermo (batteria). 
Tre membri, scelta trascurabile in studio, in cui va bene anche un one man band, ma che dal vivo costa parecchio, ed io dal vivo, di fatto, gli Sweepers li avevo visti quest’estate a Roma Vintage (VIDEO) e per quanto la personalità e la simpatia di Tiziano Tarli, conosciuto pochi minuti prima della sua esibizione, mi abbiano colpito, non posso dire altrettanto della sua musica; non contento ho rimediato il disco e devo ammettere che ho avuto la stessa, identica sensazione: gli Sweepers fanno un genere che non va bene. Può andare bene per una band di liceali, per un concerto da scuola, ma, le musiche rockeggianti, però non troppo ricercate, i testi leggeri, ma non eccessivamente divertenti, non riescono proprio a dare forma ad un progetto musicale che, per qualità individuali, forse, potrebbe essere davvero superiore.
Il disco avanza senza sosta e nessuna canzone lascia veramente il segno, eccetto forse Scegli Me, la prima, scelta anche per l’album promozionale di Doug The Dog, di cui abbiamo spesso parlato e di cui Tarli&co fanno parte.
Un album non entusiasmante che rischia di far passare inosservato un gruppo sicuramente capace (carini gli arrangiamenti, basso e batteria mai scontati, seconde voci interessanti). Sono un po’ amareggiato a scrivere così di questo gruppo, anche perchè il disco non è affatto “da buttare”, anzi: fra gli ultimi pezzi ci sono delle canzoni molto interessanti come Se, Prujem, La Nostra Età e, soprattutto, quella che a mio parere è la più bella del disco, Aelita Regina Di Marte.
Insomma, il verdetto è che forse gli Sweepers sono sprecati per il genere che fanno, e mi auguro che la loro etichetta, Ufo Hi-Fi/Goodfellas, gli riservi il diritto di maturare, e mi auspico che loro lo facciano, visto che finora, il loro lavoro, almeno dal mio punto di vista, non ha una collocazione nè un senso: sono solo tante e canzoni più o meno orecchiabili, ma che scivolano via senza catturare l’ascoltatore, né nel bene, né nel male.
F.B.

Autore: Sweepers
Titolo: Soli Nel Buio
Etichetta: Goodfellas

TRACKLIST
1 – Scegli Me
2 – Qui Non C’è
3 – Alice Dice
4 – Il Camaleonte
5 – Il Viandante
6 – Mai
7 – Prujem
8 – Se
9 – La Nostra Età
10 – Aelita Regina Di Marte

SWEEPERS
Sito Ufficiale
Facebook
MySpace
Youtube

UFO HI-FI
MySpace  

GOODFELLAS
Sito Ufficiale
MySpace

DOUG THE DOG
Sito Ufficiale
Facebook
Soundcloud
Bandcamp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *