The Lira | The Lira

IMG_20170119_093938

Delirante come il nome annuncia, la giovane band capitolina mescola un rock dai tratti malinconici alle atmosfere noir ed elettroniche da club d’oltremanica, per un disco d’esordio dalle larghe vedute e dalle larghe intese.

Ultimamente trovare una band rock con un suono convincente e dei contenuti è diventato raro a Roma, dove trionfano i revival anni 80, il synth-pop, la bassa fedeltà, e le super prodotte messe in scena spacciate per capolavori del no-sense. Sembra però che  in giro la formula alternativa ci sia, e per fortuna  nella Capitale qualcuno ancora suona il rock n’ roll.

I The Lira sono in giro da poco più di un anno, ma li contraddistingue un notevole background ed una marcata esperienza. Incidono sotto Quadraro Basement questo esordio  spigoloso dai tratti british-punk moderni, misti alla malinconica aria cantautoriale.

Sono ruvidi, aggressivi, e hanno qualcosa da dire. Hanno le vene sporche di cinismo e cruda realtà, una buona chiave di scrittura che è l’anticoagulante di questo sangue misto di sperimentazioni elettroniche, sax dall’aria leggermente psych e funk che fa muovere la testa. Muscoli forti di fuzz e overdrive tengono in piedi i pattern di chitarra, il sound prende alla gola e la voce che ne esce è roca ed espressiva: niente tecnicismi ma arriva esattamente dove vuole andare a parare.

“Sbagliato“ e “L’insostenibile leggerezza” sono i singoli di traino, sicuramente i più rappresentativi delle atmosfere dell’album, reperibili sul tubo sul canale dell’etichetta e fondamentali come primo approccio al leit-motiv della band.

I The Lira hanno un ottimo background, l’impostazione di chi la sa lunga e la loro formula funziona. Il disco gira, si fa ascoltare con piacere, ci sono dei cali di tensione ogni tanto ma resta comunque interessante. Rimane la curiosità di veder crescere il gruppo, e provare ad intuire come si svilupperà questo filone sicuramente nuovo e con l’impressione che guardi parecchio lontano.

TRACKLIST

1- Intro

2- Sbagliato

3- Regalino

4- Insostenibile Leggerezza

5- Strane Percezioni

6- L’ex

7- Non Piangere

8- Voglio Viaggiare

9- Gran Finale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *