Thegiornalisti | Completamente Sold Out

20160929164826_giornalisti

Pop pregiato e tanto – troppo? – romanticismo sono gli ingredienti principali di Completamente Sold Out, quarto LP dei TheGiornalisti che succede a Fuoricampo, disco che li aveva definitivamente consacrati come una delle band più influenti della scena “indie” romana.

Ai tempi del liceo andavo molto bene in latino.

Mi destreggiavo nella materia in maniera piuttosto spontanea senza perdere troppo tempo a studiarla, i professori se ne erano accorti e avevo il vago presentimento che sperassero di vedermi fare un passo falso, così da potermi dire che dovevo studiare di più: un episodio che ricordo con particolare divertimento riguarda un’interrogazione filata liscia ma in cui, dopo una leggera inceppatura, mi venne dato un voto molto alto, ma definito “punitivo” perché abbassava leggermente la media.

Lo scorso 21 Ottobre è uscito Completamente Sold Out, ultimo lavoro dei TheGiornalisti arrivato a distanza di due anni da Fuoricampo (2014), e c’è una nettissima sensazione che Tommaso Paradiso – frontman e songwriter della band – sia ormai perfettamente consapevole di saper scrivere canzoni pop che funzionano. Sensazione che trapelava già all’ascolto dei tre brani che hanno anticipato il disco (“Tra La Strada e Le Stelle”, “Il Tuo Maglione Mio” e “Completamente”) e per la quale io, come i miei professori di latino con me, non vedevo l’ora di trovare un punto debole all’album, così da poterlo definire senza un’anima, poco ispirato e magari anche noioso.

E invece va a finire che Completamente Sold Out è un disco bello.

Se ascoltato di notte, è un disco bellissimo (la notte, insieme alle donne come oggetto di romanticismo, è il caposaldo di quasi tutti i testi).

Non è un disco indie, né ha la pretesa di esserlo, e in quest’ottica di intenti riesce alla grande.

Non è uguale a Fuoricampo – che rappresentò a suo tempo un marcato distacco a livello sonoro rispetto ai precedenti Vol.1 (2011) e Vecchio (2012) -, ma nemmeno così tanto diverso: ritroviamo le sonorità dream-pop di stampo anni 80 ma, se prima l’influenza maggiore era quella di Lucio Dalla, adesso sono più presenti Venditti, Vasco Rossi e Grignani, e in pezzi come “Non Odiarmi” escono fuori addirittura i moderni Coldplay.

Rispetto al suo predecessore può sembrare quindi un disco meno sorprendente e d’impatto, ma d’altro canto gli va dato l’indiscusso merito di aver preso tutto ciò che ne aveva fatto la fortuna (testi intimisti, canzoni brevi, e accattivanti giri di synth) e averlo reso un vero e proprio marchio di fabbrica. È così che vediamo prendere vita undici brani che sono vere e proprie macchine da guerra: nati per essere passati in radio, ma allo stesso tempo in grado di offrire tanta qualità rispetto a ciò che si è soliti sentire di questi tempi sulle frequenze più mainstream, perché Completamente Sold Out è un disco che suona delicato alle orecchie e i cui testi, seppure lievemente smielati, lasciano trasparire verità.

Il fatto che Paradiso possa permettersi di mandare messaggi vocali WhatsApp come quello all’inizio di “Fatto di Te” – e ostentarlo – non è nient’altro che un’ulteriore dimostrazione che i TheGiornalisti sono ormai ben avviati verso l’essere una solida realtà del pop nostrano (perché io, che non sono nessuno, in risposta a «è tardissimo volevo dirti che sono completamente fatto… fatto di te… » riceverei nel più ottimista degli scenari una comprensiva pacca sulla spalla), e finché continueranno a partorire canzoni come “Sold Out” e “Gli Alberi” a noi va benissimo.

Quindi, ancora una volta, complimenti ai TheGiornalisti.

Adesso tornate a posto: punitivo o meno, anche per voi il voto è indiscutibilmente alto.

 

Tracklist:

  1. Completamente
  2. Sold Out
  3. Tra la Strada e le Stelle
  4. L’Ultimo Grido della Notte
  5. Sbagliare a Vivere
  6. Gli Alberi
  7. Fatto di Te
  8. Non Odiarmi
  9. Il Tuo Maglione Mio
  10. Disperato
  11. Vieni e Cambiami la Vita

2016 (Carosello Records)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *