Todays Festival 2016 |Manca sempre meno al grande inizio!

TORINO 26-27-28 AGOSTO 2016: è tutto pronto per una nuova imperdibile edizione del Todays Festival!

M83

JOHN CARPENTER

THE JESUS AND MARY CHAIN

SOULWAX / I CANI GOAT / CRYSTAL FIGHTERS / LOCAL NATIVES THE BRIAN JONESTOWN MASSACRE ELIO GERMANO & TEHO TEARDO DOUBLE VISION:ATOM™& ROBIN FOX CALCUTTA / IOSONOUNCANE / MOTTA NIAGARA / GIUDA / VICTOR KWALITY PUGILE / STEARICA / PAOLO SPACCAMONTI VERONICA VASICKA / REGIS / IVAN SMAGGHE / THE HACKER …e molto più!

“Grazie tutto TODAYS…è stato magnifico!” Con questa esclamazione di Paul Banks degli Interpol si è chiusa la prima edizione di Todays – un’edizione da tutto esaurito – e il sentimento comune è che Torino abbia riconosciuto nel festival la capacità di interpretare il dna della città che si trasforma, che elude le convenzioni per crearne di nuove e attuali. Todays torna nell’ultimo week-end di agosto, dal primo pomeriggio a notte inoltrata, e Torino passa dall’essere corpo al dare corpo a un crocevia di suoni che si propagano lungo le spine architettoniche e l’archeologia industriale riqualificata della periferia urbana che li contiene, li custodisce, li rimescola, li riverbera e lascia che si diffondano. Due saranno i palchi principali dove trovare romantiche memorie e contemporanee suggestioni in concerti di assoluta eccellenza internazionale: il grande prato verde di sPAZIO211, palcoscenico a cielo aperto ideale per raccogliere, accudire e dare ossigeno alla quintessenza della produzione musicale indipendente di prima classe su scala mondiale, e, a pochi passi, il secondo grande palco all’interno della piazza semicoperta, fulcro evocativo dell’ex Industria Nazionale Cavi Elettrici Torino INCET sorta alla fine del XIX secolo e abbandonata nel 1968, protagonista di un ampio intervento di recupero urbano che salvaguarda il valore testimoniale dell’edilizia industriale di inizio Novecento. I locali interni, tra le mura della fabbrica, saranno invece il luogo della notte e ospiteranno, in collaborazione con Varvara Festival, concerti e clubbing in un puzzle di suoni e immagini che sfida gli stili più prevedibili e i luoghi comuni più inflazionati, alla ricerca di un altrove che conduca a esiti inediti, lontani dalla ripetitività e dalla prevedibilità. Adiacente all’area Incet, il nuovo luogo del giorno di TODAYS sarà la Galleria d’Arte Gagliardi e Domke, affascinante spazio dove sorgevano vecchie acciaierie e ora luogo d’eccellenza dell’arte contemporanea in città: per tre giorni opinion maker, giovani artisti, sperimentatori, produttori di talenti, giornalisti, nuovi designer del terzo millennio e visionari dell’oggi percorreranno strade innovative, muovendosi trasversalmente fra i differenti linguaggi in campo musicale, artistico, culturale e sociale, per raccontare storie e scambiarsi esperienze in momenti di formazione, discutere sui temi legati all’industria della musica, della tecnologia e delle professionalità ad essa legate. Al Museo Ettore Fico, lo spazio espositivo che rappresenta il modello della trasformazione di Barriera di Milano, la musica si fonderà con l’arte in progetti esclusivi e site specific capaci di attraversare i confini fra le diverse discipline, divenendo cassa di risonanza dei linguaggi della musica e delle sue diverse contaminazioni con le altre forme dell’arte. TODAYS crede nella sostenibilità e nel rispetto dell’ambiente capace di coniugare architettura e verde, memoria storica e innovazione: il parco urbano verde Aurelio Peccei, realizzato e riconosciuto come il primo parco d’Italia totalmente ecosostenibile, delimitato dall’adiacente complesso Docks Dora, ospiterà la domenica un eccezionale appuntamento in esclusiva internazionale.

Poster_140ox200def_ok_web

Qui di seguito il dettaglio del programma:

Venerdì 26 agosto

Inaugurerà TODAYS a sPAZIO211 il sound epico di M83, nominato ai Grammy del 2013 con la hit globale Midnight City da oltre 80 milioni di ascolti, headliner nei più importanti festival del mondo. Sarà l’unica occasione italiana dell’anno per ascoltare dal vivo un artista in pieno stato di grazia in un concerto coinvolgente che spazierà dallo shoegaze all’ambient, fino al synth pop e alt-rock del nuovo acclamato album Junk. La cerimonia d’apertura è affidata al made in Italy su cui costruire il futuro di una nuova radiosa musica italiana: dalle sonorità dal sapore teutonico mescolate alle calde melodie del PUGILE, fino all’Hyperocean, il pianeta immaginario del duo torinese NIAGARA, per approdare poi nel mondo fantasioso di IOSONOUNCANE dove il rito pagano dell’elettronica si farà spazio con libertà e ortodossia in mezzo alla folla. Alle ore 23 il MUSEO ETTORE FICO sarà la cornice d’eccezione di uno spettacolo gratuito altrettanto esclusivo in anteprima italiana: il fenomeno irresistibile CALCUTTA porterà a TODAYS uno speciale concerto in cui vestirà di nero le sue canzoni accompagnato sul palco da un coro gospel. Le struggenti melodie chitarristiche del musicista sperimentatore PAOLO SPACCAMONTI risuoneranno tra le mura della ex fabbrica INCET fino allo scoccare della mezzanotte quando assisteremo all’esordio dal vivo del maestro JOHN CARPENTER. Esplicito, discordante, destabilizzante, poco incline ai compromessi e cresciuto nella cultura rock, il “punk dei sintetizzatori” suonerà dal vivo Lost Themes e un’affilata e accurata selezione delle sue colonne sonore più famose, accompagnate dalle immagini dei suoi film. Sarà il Museo Nazionale del Cinema di Torino a omaggiare il regista John Carpenter sul grande schermo del Cinema Massimo, nei giorni precedenti e successivi, passando in rassegna tutte le opere che hanno contribuito a farne l’autore dei più intensi, geniali, influenti e fortunati film della storia del cinema. Il rito “radicale” di accompagnarci nella notte fonda sarà affidato a REGIS e VERONICA VASICKA, il re e la regina di un regno underground che balla a ritmo della techno più oscura, minimal wave cruda e industrial elettronica fusa con una house mutante.

Sabato 27 agosto

Il palco di sPAZIO211 restituirà al rock’n’roll un sentimento di esaltazione mettendo in scena l’unica data italiana delle leggende viventi THE JESUS AND MARY CHAIN, la band dei fratelli Reid che ha rivoluzionato la scena musicale di un’intera generazione, riunitasi per celebrare dal vivo i 30 anni dell’acclamatissimo album d’esordio Psychocandy, in vista del loro nuovo lavoro in registrazione dopo 18 anni. L’arte come terrorismo attraverserà il suono rivoluzionario tuonante e viscerale, talmente denso da non aver bisogno di parole, del trio STEARICA, passando per l’energia pura di GIUDA, ambasciatori italiani nel mondo di come il punk del terzo millennio dovrebbe essere, fino all’urgenza virale di dichiarare “la fine dei vent’anni” nello straordinario miglior debutto solista dell’anno MOTTA. Dalle ore 23 i muri banchi del MUSEO FICO saranno la scenografia teutonica delle avveniristiche geometrie di DOUBLE VISION, in cui ricerca sonora, tecnologia laser e videoarte interagiscono trasversalmente, dando vita a uno spettacolo multimediale che evolve e rinnova gli standard odierni della performance audiovisiva, frutto dell’incontro tra uno dei più avventurosi protagonisti mondiali della sperimentazione elettronica moderna, Uwe Schmidt alias ATOM™, e il media artist australiano ROBIN FOX. Sul palco della INCET la quintessenza dei suoni disco, rock, pop, electro, punk, techno fusi in un tutt’uno celebreranno il ritorno in scena dei SOULWAX in un vero live con batteria, chitarra, basso, sinth e voce, confine futurista del rock alternativo che scorre lungo la loro parabola di un ventennio di musica, caso unico nel mondo musicale. Calcheranno lo stesso palco con uno spettacolo rinnovato, nella forma e nella scaletta, i nostrani I CANI, la band-non-band capitanata da Niccolò Contessa, uno degli autori più incisivi della sua generazione, capace di guardare al di là dei generi e delle mode. Il cambiamento, l’evoluzione continua, è uno degli elementi fondanti della musica de I Cani, così come dei Soulwax: tutto credibile, tutto caoticamente coerente, e tutto estremamente divertente. La notte proseguirà elettrificata da VARVARA con due top dj internazionali tra i più prolifici esponenti al mondo della scena electro: IVAN SMAGGHE, fondatore della Kill The Dj e presenza fissa nei più importanti club europei come il Panorama Bar a Berlino e il Fabric a Londra, e THE HACKER, pioniere della avant-garde techno che omaggia la potenza dei sintetizzatori con un carico di electroclash arricchito da uno spirito new wave.

Domenica 28 agosto

In pieno pomeriggio nel parco urbano PECCEI, ELIO GERMANO, uno degli attori italiani più premiati della sua generazione e TEHO TEARDO, compositore, musicista e sound designer tra i più stimati al mondo, porteranno in scena Viaggio al termine della notte liberamente tratto dal capolavoro di Louis Ferdinand Céline, in una versione assolutamente nuova ed inedita, in anteprima nazionale a Torino. Uno spettacolo che ha del monolitico, con più di trenta percussionisti che suoneranno contemporaneamente diversi piatti di bronzo, e ci ritroveremo di fronte a una brillantezza paralizzante con il clangore del metallo percosso in una nube sonora in cui non si vedrà più nulla. Una di quelle cose che capitano una volta nella vita. Le ultime note di TODAYS 2016 saranno a sPAZIO211 a partire dalle ore 18 in un viaggio sonoro tra il massimo della modernità e le radici tradizionali, con alcuni degli artisti internazionali che più hanno contribuito a livello mondiale ad abbattere steccati stilistici, tra indie ed elettronica, tra folk e sperimentazione. Dagli inafferrabili e misteriosi GOAT, celati dietro maschere e vestiti folkloristici, la cui missione è quella di sdoganare negli anni Dieci un’incendiaria commistione fatta di nuove infinite colorazioni tra psichedelia, world music e afro-beat, ai prolifici THE BRIAN JONESTOWN MASSACRE, la formazione californiana che fa capo al geniale anti-eroe polistrumentista Anton Newcombe, dalla dance dei CRYSTAL FIGHTERS che unisce folk, elettronica e indie rock al fresco folk dei californiani LOCAL NATIVES che hanno scelto TODAYS per il loro ritorno sulle scene con il nuovo album, così come il nostrano VICTOR KWALITY con il suo primo progetto solista Koan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *