“Via Ian Curtis si deve fare!”

vedo la gente joy division

Aleggia nell’aria l’idea di intitolare una via ad Ian Curtis.

Ad un solo giorno dall’anniversario di morte di Kurt Cobain torniamo a parlare di icone del rock decedute, ma questa volta non di qualcuno appartenente al prestigioso “club dei 27″… Forse perché Ian Curtis, morto il 18 Maggio del 1980 all’età di 23 anni, era troppo “Joy Division” per farne parte.

Infatti grazie alla pagina “Vedo la gente Joy Division“, il nome della famosa band inglese è divenuto oramai ironico sinonimo di solitudine, disagio e malessere. La notizia in questione ci fa davvero sorridere, i ragazzi della suddetta pagina hanno lanciato un’iniziativa online, “Via Ian Curtis si deve fare“. In cosa consiste precisamente ?! Loro la descrivono così:

“Ci siamo ampiamente montati la testa e abbiamo deciso di chiedere l’intitolazione di una via, una piazza, di un qualcosa a Ian Curtis, nostro punto di riferimento ed ispiratore.”

Fin qui sembrerebbe trattarsi di un folle delirio di qualche nostalgico fan, finché qualcuno non ha scritto privatamente ai ragazzi #VLGJD. Pare che un comune del Nord Italia abbia preso la cosa seriamente, e si stia muovendo per realizzare il sogno di tutti i seguaci della più grande band post-punk della storia. Non ci resta che seguire l’evolversi della vicenda sperando davvero che una così simpatica iniziativa possa diventare realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *